17.02.2012 Icon

IusTrend n. 3/2012 – Usura “bancaria”, C.M.S. ed irretroattività del D.L. n.70/2011

  • CONTRATTI BANCARI

La Suprema Corte ha affermato che le disposizioni contenute nel d.l. 13 maggio 2011, n. 70 (conv. con modd. in L. 7 luglio 2011, n. 106), meglio noto come “decreto sviluppo”, non hanno effetto retroattivo ai sensi dell’art. 2, comma terzo, cod. pen. in relazione ai tassi soglia precedentemente previsti; la normativa menzionata, che appunto prevede una modifica migliorativa per le aperture di credito in c/c a vantaggio degli istituti di credito a fronte dell’innalzamento dei tassi effettivi globali, non modificando la norma incriminatrice non può essere applicata alle condotte definibili come usurarie (poste in essere) prima dell’entrata in vigore di tale legge.