Tag: fallimento

Legittima la richiesta di cancellazione della pendenza di concordato a seguito di omologa

Mutuo: ti revoco o sei nullo?  

Il Tribunale di Padova ha ritenuto che, successivamente all’omologa del concordato preventivo, non vi è ragione per negare alla società in bonis il provvedimento che dà atto della chiusura della procedura di concordato. Infatti, tale provvedimento non pregiudica l’interesse degli operatori di mercato di essere a conoscenza di operare con una società precedentemente in concordato… Read more »

Concordato preventivo: la maggioranza dei creditori chirografari può falcidiare un credito privilegiato capiente?

Mutuo: ti revoco o sei nullo?  

La falcidia del credito erariale privilegiato non è paragonabile alla falcidia di qualsiasi creditore chirografario: la seconda falcidia è un effetto diretto dell’approvazione del concordato da parte della maggioranza dei creditori, cosicchè anche la minoranza dissenziente ne subirà le conseguenze; al contrario la falcidia del credito privilegiato “capiente” è ammissibile solo in quanto accettata dal… Read more »

Procedure concorsuali: le novità in vigore da questo mese

Il correntista temerario

Il Decreto legge del 3 maggio 2016 n. 59 ha apportato alcune innovative modifiche che interessano sia la procedura fallimentare che quella concordataria, con il preciso intento di snellirne alcune fasi tanto in termini di tempistiche che da un punto di vista economico. Per quanto concerne la procedura fallimentare, il Decreto legge in commento ha… Read more »

Holder fallibile solo se si prova l’effettivo esercizio dell’attività imprenditoriale

Accordo di ristrutturazione dei debiti alle dipendenze dell’accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento

L’esercizio, anche abusivo, da parte dell’holder di un’attività di direzione e coordinamento di un gruppo societario, fonte di responsabilità ex art. 2497 c.c., non comporta, di per sé, lo status di imprenditore dell’holder e non è sufficiente per l’assoggettabilità al fallimento. È quanto stabilito dal Tribunale di Milano con sentenza del 4 febbraio 2016, secondo la… Read more »

Pagamenti non autorizzati e revoca del concordato

Mutuo: ti revoco o sei nullo?  

L’effettuazione di pagamenti non autorizzati durante la procedura concordataria non portano necessariamente alla revoca del provvedimento di ammissione a tale procedura: occorre infatti accertare la frode ed il pregiudizio per la realizzazione della proposta concordataria La Corte d’Appello di Messina respingeva il reclamo ex at. 18 L.F., proposto dalla fallita e da una sua creditrice,… Read more »

Giurisdizione e trasferimento della sede sociale all’estero

Mutuo: ti revoco o sei nullo?  

La Corte di Cassazione ha confermato che sussiste la giurisdizione italiana nel caso in cui l’effettivo esercizio dell’attività imprenditoriale non segua al dislocamento della sede sociale all’estero. È quanto deciso dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione con sentenza n. 3059 del 17 febbraio 2016, stabilendo che, il trasferimento di una società all’estero non è… Read more »

Inapplicabilita’ dell’art. 72 quater l.f. ai contratti di leasing risolti prima del fallimento

Accordo di ristrutturazione dei debiti alle dipendenze dell’accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento

“Se il contratto di leasing si è risolto per inadempimento dell’utilizzatore prima del fallimento di quest’ultimo, la norma che viene in rilievo non è la L. Fall., art. 72 quater, che presuppone la pendenza del contratto, bensì la L. Fall. art. 72, comma 2, che recependo l’orientamento accolto dalla prevalente giurisprudenza prima della riforma, sancisce… Read more »

Istanza di fallimento e notifica alla società italiana trasferitasi all’estero

Mutuo: ti revoco o sei nullo?  

E’ nulla la notifica dell’istanza di fallimento e del decreto di fissazione udienza al vecchio legale rappresentante italiano, laddove il COMI si trovi all’estero “[…] la notificazione – una volta accertato il trasferimento in Portogallo della società – avrebbe dovuto essere eseguita nei confronti della persona che nell’ottobre 2012, secondo i registri portoghesi, rivestiva la… Read more »

Valenza probatoria della domanda di ammissione nel giudizio ex art. 98 l.f.

Il ricorso con il quale, a norma della L.Fall., art. 93, si propone domanda di ammissione allo stato passivo non è un documento probatorio del credito e non può, pertanto, ritenersi compreso fra i documenti che, nell’ipotesi in cui il giudice delegato abbia respinto, in tutto o in parte, la domanda, devono essere prodotti a… Read more »

Il prestanome può essere coinvolto nella bancarotta

Pubblicato il Rapporto Annuale della UIF per l’anno 2018

L’amministratore societario che funge da “testa di legno” risponde del reato di bancarotta fraudolenta se consapevole delle condotte illecite perpetrate dall’amministratore effettivo. Cass., Sez. V Pen., 16 febbraio 2016 n. 6337 (leggi la sentenza) I Giudici della Suprema Corte hanno confermato che, in ambito di bancarotta fraudolenta, il soggetto investito in modo esclusivamente formale della… Read more »

Risoluzione concordato con cessione dei beni

In caso di inadempimento, il creditore di un concordato liquidatorio con cessione dei beni può chiedere la risoluzione dello stesso E’ quanto affermato nella sentenza del 3 febbraio 2016, n. 9 con cui il Tribunale di Rovigo ha accolto la domanda di risoluzione di un concordato liquidatorio presentata da un creditore chirografario rimasto insoddisfatto. I giudici… Read more »