Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Zurich, lo scatto degli utili (+12%) a 4,15 miliardi

Risultati in crescita per Zurich Insurance. Nel 2019 il gruppo elvetico guidato da Mario Greco (nella foto) ha segnato un aumento del 12% dell’utile netto a 4,15 miliardi di dollari, superiore alle attese e al precedente record del 2010. Il risultato operativo è aumentato del 16% a 5,3 miliardi. Nel ramo danni il risultato operativo nel 2019 è salito del 38% a 2,88 miliardi di dollari e i premi del segmento sono aumentati del 2% a 34,2 miliardi. Nel vita, per contro, l’utile operativo è in flessione del 4% a 1,48 miliardi, con premi stabili a 33,5 miliardi. L’indice di solvibilità Z-ecm è salito al 129% dal 124%. Il gruppo, spiega una nota, «ha beneficiato di un miglioramento del business mix, di una minore volatilità e di una maggiore redditività». Il dividendo proposto è di 20 franchi svizzeri ad azione, contro 19 franchi nel 2019, leggermente inferiore al previsto. «I risultati di oggi confermano che abbiamo realizzato con successo i nostri piani negli ultimi tre anni. Abbiamo notevolmente rafforzato il business, organicamente e attraverso operazioni, ridotto la volatilità e migliorato i servizi alla clientela. Questo si riflette anche in un’ulteriore proposta di aumento del nostro dividendo a 20 franchi svizzeri per azione, il terzo aumento consecutivo» ha commentato Greco.

Unicredit e Nexi nei big data

Un nuovo hub dei talenti in ambito Big data, blockchain, pagamenti digitali e open finance. E’ a Milano ed è il nuovo polo fintech di Plug and Play – azienda della Silicon Valley – dove nasceranno soluzioni all’avanguardia nella tecnofinanza. Il programma si avvale della collaborazione di Nexi e Unicredit, ai quali si aggiunge Ubi come partner di ecosistema.

Cattolica, le raccomandazioni sul Fintech

(f. mas.) Semplificare le regole e avere norme comuni in Europa per dare una spinta al Fintech: per gli esperti del gruppo Rofieg sugli ostacoli all’innovazione finanziaria è uno punti che in Europa i regolatori quanto prima devono affrontare per non restare indietro, dato che il mondo si muove (vedi la corsa della Cina allo Yuan digitale). È tra le proposte degli esperti incaricati dalla Direzione Generale sui mercati finanziari della Commissione Ue (Fisma), guidata da Mario Nava, già presidente Consob. Ieri le 30 raccomandazioni del rapporto Rofieg sono state presentate alla Cattolica di Milano con il prorettore Antonella Sciarrone Alibrandi, unico italiano nel gruppo di esperti.

Huawei accusata dagli Usa di «criminalità organizzata»

Huawei, il colosso cinese delle tlc, è stata accusata dal procuratore federale di Brooklyn, a New York, del reato di «criminalità organizzata», per aver rubato segreti commerciali agli Usa. Lo riporta il Wall Street Journal. «Huawei non ha mai e mai avrà accesso segretamente alle reti di telecomunicazioni, né ha la possibilità di farlo», ha replicato l’azienda cinese di apparati.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Fatto l’elenco, trovata la deroga. Prima ancora che l’Italia riapra, c’è chi non ha...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I lavori erano iniziati da tempo. Erano state le banche italiane a chiedere a Mts, il mercato all’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

C’è chi tenta di anticipare i tempi, come UniCredit. C’è chi, con operazioni piccole, cerca di...

Oggi sulla stampa