Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Voluntary bis, si chiude

Procede a vele spiegate l’operazione Voluntary disclosure bis. «Il valore complessivo degli investimenti e delle attività estere di natura finanziaria, oggetto della procedura di emersione, ammonta a circa 61,7 miliardi di euro», ha raccontato pochi giorni fa il direttore dell’Agenzia delle entrate Rossella Orlandi, in un’audizione alla Camera sul contrasto all’evasione fiscale.

La Orlandi ha aggiunto che «gli Stati esteri maggiormente interessati dalla emersione delle attività sono stati la Svizzera, il Principato di Monaco, Bahamas, Singapore, Lussemburgo, San Marino e Liechtenstein». «Dalle ultime rilevazioni effettuate al 28 febbraio 2017, la lavorazione delle istanze risulta pressochè conclusa», ha aggiunto la Orlandi, ricordando i risultati della precedente operazione: nei 10,5 miliardi provenienti dall’attività di accertamento effettuata dall’Agenzie delle entrate «sono inclusi anche gli incassi da attività di accertamento relativa alla voluntary disclosure. Sono stati incassati oltre 4,1 miliardi. Un risultato, quest’ultimo, che è andato oltre le previsioni, quantificate in circa 3,8 miliardi di maggiori Entrate, grazie alla certosina attività di controllo portata avanti dai nostri funzionari sulle oltre 129.000 richieste di adesione, che è scaturita in 344.000 atti di accertamento e 124.000 atti di irrogazione di sanzioni». Questa settimana Affari Legali ha sentito alcuni degli studi legali che stanno seguendo la voluntary disclosure bis, operazione tutt’altro che semplice, visto soprattutto che bisogna far capire ai contribuenti i vantaggi del ricorrere all’adesione. Un ruolo che diventa quindi chiave per far raggiungere l’obiettivo di cassa sperato.

Roberto Miliacca

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Due anni per farla partire. Ora siamo pronti. L’Ansfisa, l’agenzia per la sicurezza ferroviaria ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le discussioni nel board di UniCredit per l’individuazione del successore di Jean Pierre Musti...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Circa 292 mila iscrizioni al registro delle imprese nel 2020 a fronte di 273 mila cessazioni:...

Oggi sulla stampa