Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Vodafone, ripartono i servizi «mobile»

LONDRA
Rimbalza l’Europa sulla spinta di Germania e Italia, avanzano Africa ed Asia con la sola, relativa eccezione, dell’India e per Vodafone il terzo trimestre si chiude in linea con le attese. I ricavi di gruppo (organic) crescono del 2,6% a 10,3 miliardi di sterline, mentre quelli da servizio (organic) avanzano dell’1,4% un poco più in là della progressione fatta registrare nel secondo trimestre. «Abbiamo fatto un altro passo avanti – ha commentato il ceo Vittorio Colao – con la forte performance del Sud Africa e il trend in miglioramento di Italia e Germania».
A spingere la ripresa del gruppo di telecomunicazioni britannico è stata soprattutto la progressione dei ricavi da servizi nell’area Africa-Asia dove svetta la Vodacom sudafricana che ha fatto un balzo del 7,2% mentre l’India ha rallentato a più 2,3%, mentre, più in generale, l’intero perimetro dei due continenti ha realizzato un’avanzata del 6,5 per cento.
Meno evidente, ed è naturale, è stata la performance europea dove, oltre alla Germania, è l’Italia a far segnare una nota positiva. Dopo 23 trimestri di calo tornano a cresce le revenue da servizi mobile ( +0,1) mentre i dati sono in avanzata del 56% sull’anno precedente. Inoltre la copertura 4G supera ormai il 94% della popolazione con oltre 5 milioni di clienti. Nel complesso i ricavi da servizi di Vodafone Italia s’attestano a 1,29 miliardi di euro con una contrazione dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. «Ma con un miglioramento – si legge nel comunicato – di 1,7 punti percentuali rispetto al trimestre precedente». In Italia la rete in fibra per i clienti Vodafone raggiunge 7 milioni di famiglie, di cui 3 su rete propria.
Vodafone ha confermato di essere in linea con l’ebitda previsto per l’anno fra 11,7 e 12 miliardi di sterline a fronte degli 11,92 dello scorso anno. «Nonostante i risultati siano in linea con le previsioni – ha commentato Simon Weeden di Citi – consideriamo positivamente questi numeri alla luce dei dati che arrivano da Germania e Italia. Anche le attuali difficoltà in India passeranno».
Se questo è l’andamento finanziario del colosso britannico delle tlc, meno chiaro è il destino futuro, in termini di alleanze, partnership e quant’altro possa concretizzare un’offerta completa e competitiva in un contesto di altissima concorrenza soprattutto in Gran Bretagna. È di due giorni fa, lo ricordiamo, la notizia della mossa di 02 e Hutchinson3 che promettono di fissare i prezzi dei servizi per cinque anni pur di convincere i regolatori a non opporsi alla fusione già deliberata. È di martedì invece la notizia della joint venture olandese fra Vodafone e Liberty Global. Prologo all’atteso e chiacchieratissimo matrimonio dei due giganti ? Probabilmente no o forse non ancora. Vittorio Colao è stato secco: «Ogni mercato è diverso e noi tendiamo ad essere sempre molto pragmatici per garantire migliori servizi e migliore ritorno».
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa