Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Via libera da CariFirenze all’aumento di Intesa

La Banca d'Italia ha letto ai vertici di Intesa Sanpaolo la relazione sull'ispezione effettuata nell'istituto a partire dallo scorso autunno. Non si conosce l'esito dell'ispezione, ma è certo che la lettura del resoconto da parte dei funzionari di Bankitalia sia avvenuta in un momento delicato per l'istituto milanese, impegnato in un roadshow internazionale per mostrare agli investitori europei e americani i dettagli del piano industriale che include un aumento di capitale da 5 miliardi di euro. E proprio ieri, mentre il consiglio di gestione era riunito insieme ai membri del consiglio di sorveglianza per ascoltare la relazione dei funzionari di Bankitalia, è arrivata una notizia positiva per l'operazione: l'assemblea dei soci dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze ha dato il via libera alla sottoscrizione «pro quota» dell'aumento di capitale della banca.

Partiamo dall'ispezione Bankitalia, che era partita nell'autunno scorso. La sede solita per la lettura, da parte dei funzionari dell'istituto di vigilanza, è il consiglio di amministrazione alla presenza dei membri del collegio sindacale. Ma dato che Intesa Sanpaolo ha la governance duale, la relazione è stata fatta al consiglio di gestione alla presenza dei consiglieri di sorveglianza (che sostituiscono il collegio sindacale). L'occasione è servita inoltre al consigliere delegato, Corrado Passera, per spiegare al board l'andamento del road show internazionale in cui Intesa Sanpaolo incontra gli investitori per spiegare il piano industriale. Il road show fino ad ora ha toccato Londra, Parigi e gli Stati Uniti. Oggi proseguirà a Francoforte e poi toccherà altre tappe.

Intanto una buona notizia è arrivata sul fronte dell'aumento di capitale, con il via libera dall'assemblea dei soci dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze alla sottoscrizione «pro quota» delle azioni di nuova emissione di Intesa. La decisione dell'assemblea della fondazione fiorentina, che detiene il 3,378% dell'istituto, dovrà adesso essere ratificata dal comitato d'indirizzo, che sarà convocato entro fine mese. L'assemblea ha anche espresso parere favorevole al progetto di bilancio consuntivo e alla relazione sulla gestione dell'Ente per quanto riguarda l'esercizio 2010, e ha espresso parere favorevole all'aumento del plafond del piano programmatico delle erogazioni per il territorio relativo all'anno 2011, che passa così da 25 a 30 milioni di euro. Nuovi soci dell'Ente, si legge ancora nel comunicato, sono Tindari Baglione, Ivano Bertini, Lamberto Frescobaldi, Fernando Lombardi.

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Al bivio tra un’iniezione di "italianità", che potrebbe coincidere con l’acquisizione di Mps o...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Cronaca di un addio a lungo annunciato, ma non per questo meno traumatico (-4,96% il titolo in Borsa...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Estrema cautela». È questo allo stato dell’arte l’approccio di Cdp e dei fondi, Blackstone e...

Oggi sulla stampa