Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Vertice Letta-Pansa-Gorno Ansaldo Energia verso la Cdp

Stretta finale su Ansaldo Energia. Ieri l’amministratore delegato di Finmeccanica, Alessandro Pansa, e il numero uno di Cdp, Giovanni Gorno Tempini, sono stati ricevuti in serata dal premier Enrico Letta impegnato nelle stesse ore anche sul dossier Alitalia (si veda articolo in pagina). Il Governo prova quindi a chiudere il primo tempo della partita attorno alla cessione degli asset civili del gruppo aerospaziale. Il confronto è infatti servito per illustrare l’offerta che la spa di Via Goito è pronta a presentare per l’azienda genovese che fabbrica turbine.
La proposta dovrebbe arrivare sul tavolo di Piazza Monte Grappa a stretto giro. Entro la fine della settimana è infatti in programma un cda straordinario del gruppo aerospaziale che dovrà esaminare l’offerta alla quale Cdp sta lavorando alacremente da giorni. Una convocazione ufficiale ancora c’è ma il board dovrebbe tenersi, con molta probabilità, tra domani e venerdì. Il ritorno in campo della Cassa, anticipato dal Sole 24 Ore, prevede il ricorso al suo braccio operativo, il Fondo strategico italiano. I dettagli sono avvolti dal più totale riserbo, ma l’intervento dovrebbe essere finalizzato ad acquisire un pacchetto di maggioranza dell’azienda genovese. Il Fondo, sfruttando i margini concessi dallo statuto – che prevede la deroga all’ingresso con una quota di minoranza nel caso «in cui le acquisizioni siano giustificate da particolari situazioni, di natura tendenzialmente transitoria» purché la decisione sia adeguatamente motivata dall’organo deliberante – punterebbe così a una quota tra l’85% e il 90% lasciando a Finmeccanica (che attualmente detiene il 55%, il restante 45% è in mano al fondo Usa First Reserve) un presidio nella controllata (tra il 10% e il 15%).
Se così fosse, ma il condizionale è d’obbligo, per il braccio di Cdp si tratterebbe di mettere sul piatto tra 1 e 1,1 miliardi di euro che finirebbero comunque solo in parte nelle casse di Finmeccanica. Gli effetti sul mercato sarebbero però molto importanti visto che sulla società sono puntati da tempo i riflettori delle agenzie di rating e degli addetti ai lavori che attendono da mesi un segnale (proprio ieri Banca Imi ha alzato il rating da hold a buy, con target price che passa da 3,75 a 6 euro, prevedendo un’accelerazione sulle cessioni).
E i coreani in pole position per rilevare l’azienda genovese? In realtà, Doosan potrebbe rientrare in partita in un secondo momento acquisendo eventualmente dal Fondo strategico un pacchetto di minoranza della società fermo restando la possibilità di avviare da subito partnership industriali, come più volte auspicato dal ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, e dal sottosegretario Claudio De Vincenti (presente ieri al vertice di Palazzo Chigi). Scenari futuri, comunque, perché per il momento l’unica certezza è che Cdp è pronta a piazzare l’affondo su Ansaldo Energia. Mentre sugli altri due tasselli (AnsaldoBreda e Ansaldo Sts), il copione è ancora tutto da scrivere. Replicare il “modello” Ansaldo Energia per le altre due controllate è infatti più complicato (la prima è un’azienda in perdita, l’altra è quotata), mentre sullo sfondo resta l’idea, ventilata ieri nel corso di un incontro al Mise tra Zanonato, De Vincenti e i sindacati, di una holding di controllo o comunque di una nuova realtà che raggruppi gli asset civili.
Un confronto, quello pomeridiano al dicastero di Via Veneto, che è stato aggiornato all’11 ottobre e che è servito al ministro per rassicurare le sigle sindacali sull’attenzione del governo verso il dossier. Zanonato avrebbe poi ribadito la posizione più volte espressa nelle scorse settimane: massima apertura alle partnership industriali con soggetti stranieri ma garantendo l’italianità del controllo. E lavorando, come detto, a tenere insieme i tre tasselli. Rassicurazioni che però non hanno convinto Fiom, Fim e Uilm, pronti a scioperare già venerdì «se entro le prossime ore l’esecutivo non si esprimerà in modo chiaro contro la cessione».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’anno del Covid si porta via, oltre ai tanti morti, 150 miliardi di Pil. Ma oggi si può dire che...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Forte crescita dell’attività di private equity nei primi due mesi dell’anno. Secondo il dodices...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Goldman Sachs ha riavviato il suo trading desk di criptovalute e inizierà a trattare futures su bit...

Oggi sulla stampa