Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Utili Snam sopra 1 mld

Snam ha archiviato il 2018 con un utile netto adjusted di 1,01 miliardi di euro, in crescita del 7,4% rispetto all’anno precedente e oltre i 997 milioni previsti dal consenso di Bloomberg. L’utile netto è ammontato a 960 milioni, superiore agli 897 mln del 2017 e meno dei 998 mln previsti.La società ha confermato la cedola di 0,2263 euro prevista dal piano industriale, in aumento del 5%. L’importo di 0,0905 euro (il 40% del totale) era stato pagato in acconto, mentre il restante 60% sarà versato in giugno. Il dividend yield complessivo è del 5,4% e quello finale del 3,3%. La politica di dividendi più generosa è stata possibile grazie all’aumento del risultato netto. Quello del 2019 è attesa a +5% rispetto alla precedente previsione di +4%.

I ricavi sono stati pari a 2,586 miliardi, superiori ai 2,565 attesi dal consenso e ai 2,533 mld del 2017. L’ebitda è salito da 2,022 a 2,095 miliardi e l’ebit da 1,363 a 1,405 mld, in entrambi i casi oltre le stime. Il debito netto si è posizionato a 11,548 miliardi dagli 11,550 mld del 2017.

«È stato un anno di grande evoluzione per Snam», ha commentato l’amministratore delegato Marco Alverà. «Abbiamo superato tutti i nostri obiettivi industriali e finanziari, e l’avvio del progetto Snamtec valorizza il riposizionamento della società come protagonista della transizione energetica.

Le nuove iniziative nel gas rinnovabile, nell’efficienza energetica e nella mobilità sostenibile, oltre all’innovazione tecnologica e sociale, sono diventate la cifra distintiva della Snam dei prossimi anni. Grazie al positivo andamento della gestione, all’efficienza operativa, alla riduzione del costo del debito e al buyback, abbiamo aumentato negli ultimi due anni l’utile per azione del 26% e il dividendo dell’8%, posizionandoci nella fascia più alta del settore. I progressi fatti nel 2018 ci hanno consentito di presentare un importante piano di crescita e sviluppo per i prossimi quattro anni. Aumenteremo gli investimenti in Italia e punteremo a far crescere l’utile e il dividendo per azione del 5% all’anno. A fine piano, l’utile derivante dagli investimenti per la transizione energetica, dai nuovi servizi e dalle attività internazionali supererà il 25% del totale». Alverà ha sottolineato che l’azienda «si trova oggi nella posizione più solida di sempre».

A piazza Affari Snam ha guadagnato lo 0,43% a 4,198 euro. Banca Imi ha parlato di risultati positivi, leggermente oltre le stime, «confermando una crescita sostenuta principalmente da investimenti organici ed efficienza». Gli esperti di Equita sim evidenziano un ebitda leggermente migliore delle attese. Inoltre Kepler Cheuvreux valuta positivamente «le efficienze sui costi», sottolineando che le linee guida per il 2019 sono state migliorate.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con una valutazione pari a tre volte i ricavi, ossia di 1,5 miliardi di euro, Cedacri sta per essere...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ecco uno squarcio sui ritardi del piano italiano per accedere ai 209 miliardi del Next Generation Eu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alla fine il governo ha deciso di sposare la linea del Comitato tecnico scientifico: scuole di ogni ...

Oggi sulla stampa