Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Uso del contante in calo

La circolazione del contante in costante calo. Lo certifica l’Ufficio di informazione finanziaria (Uif) della Banca d’Italia che nel bollettino antiriciclaggio dei primi sei mesi 2015 conferma il calo sia sul fronte dei versamenti/accrediti sia sul fronte prelevamenti/addebiti. In aumento invece il dato sulle segnalazioni di operazioni sospette sulla voluntary disclosure che nel 2° semestre hanno subito un incremento di cui però si avrà traccia solo con il prossimo report in estate.

Rispetto allo stesso periodo 2014, dunque, il flusso complessivo è stato di 105.311 milioni di euro mentre nel 2015 si è attestato a 102.359 milioni di euro. Un 2,88% in meno.

Ancora più significativo il dato delle operazioni di prelevamento e addebito del denaro contante. Nel primo semestre 2014, sono state registrate operazioni per un valore totale pari a 18 miliardi di euro mentre il primo semestre 2015, ha chiuso con 15 miliardi.

Se si guarda al settore di chi compie le operazioni, il report dell’Uif evidenzia che per la voce dei versamenti e accrediti dei contanti agli sportelli bancari la parte del leone la fa il commercio, 48 miliardi di euro depositati «cash». Un dato però in flessione rispetto allo stesso periodo 2014, quando i commercianti depositarono agli sportelli circa 49 miliardi di euro. La quota sul totale per i commercianti è pari al 47,5%.

Osservando invece l’altra voce sono le famiglie con il 25,8% del totale a registrare l’accesso più frequente ai prelevamenti di contanti, con 4 mld di euro, dato che risente del calo generale rispetto al 2014 quando le famiglie prelevarono più di 6 miliardi di euro.

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa