Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Unipol tratta in esclusiva con Allianz

Il consiglio di amministrazione di UnipolSai e quello di Unipol Gruppo Finanziario, riuniti ieri, hanno esaminato la proposta presentata da Allianz il 14 gennaio scorso per l’acquisto di un portafoglio premi da 1,2 miliardi di euro e hanno deciso di avviare una trattativa in esclusiva con il gruppo tedesco. L’intenzione è chiudere l’accordo entro il 15 marzo prossimo.
Rispetto all’entità del portafoglio, questo, come già emerso, ha un perimetro inferiore a quello inizialmente individuato in tandem con l’Antitrust. Tuttavia, stando a quanto dichiarato dall’amministratore delegato della compagnia, Carlo Cimbri, l’offerta presentata da Allianz permette comunque al gruppo di Bologna di rispettare il dettame chiave imposto dall’Autorità di controllo della concorrenza: detenere una quota di mercato inferiore al 30% nel ramo danni sia a livello nazionale sia sui territori provinciali.
In virtù di questo, l’Agcm per ora sarebbe in attesa di comprendere se effettivamente questa condizione verrà rispettata, ciò anche alla luce dei nuovi dati 2013 che verranno diffusi da Ivass la prossima primavera. Come è noto, UnipolSai avrebbe dovuto valorizzare l’asset entro fine 2013 e per farlo il gruppo aveva intavolato una trattativa con il gruppo Ageas. Dialettica poi conclusasi con la proposta avanzata dai belgi il 19 dicembre scorso. Offerta tuttavia che è stata respinta dal cda di UnipolSai del 15 gennaio perché ritenuta del tutto inadeguata. Il 14 gennaio, però, è scesa in campo Allianz con la proposta alternativa sulla quale da domani si tratterà in esclusiva.
Rispetto ai contenuti dell’offerta, il confronto tra UnipolSai e Allianz Italia chiamerà certamente in causa il prezzo. Allo stato il mercato sembra valutare le compagnie secondo un multiplo vicino alle 0,4 volte i premi. Ciò significa che, stando al valore del portafoglio e considerato che quel dato è riferibile al 2012 e quindi probabilmente leggermente superiore a quella che è la cifra attuale, gli analisti ipotizzano una valorizzazione compresa tra i 450 e i 500 milioni.
Per il gruppo guidato da Klaus-Peter Roehler è certamente un’importante opzione di crescita nel paese. Opzione che passa di fatto attraverso l’acquisizione degli asset riconducibili al gruppo Sasa, e non alla Liguria, più altri pezzi della Milano. Nella nota diffusa ieri da UnipolSai si parla in particolare di un ramo d’azienda cui fanno capo, oltre agli 1,2 miliardi di euro di premi, 800 agenti e 500 persone legate alla gestione dell’attività.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con una valutazione pari a tre volte i ricavi, ossia di 1,5 miliardi di euro, Cedacri sta per essere...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ecco uno squarcio sui ritardi del piano italiano per accedere ai 209 miliardi del Next Generation Eu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alla fine il governo ha deciso di sposare la linea del Comitato tecnico scientifico: scuole di ogni ...

Oggi sulla stampa