Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Unipol, il conto dei Ligresti 87 milioni per l’Opa mancata

Gli effetti della gestione di Fonsai da parte dei Ligresti continuano a riversarsi sull’acquirente Unipol. Si tratta di un’eredità pesante, che potrebbe costare alla compagnia bolognese oltre 100 milioni di euro e che risale nel tempo fino al 2002, quando la Sai di Salvatore Ligresti conquistò Fondiaria e percorre l’intero decennio ligrestiano.
Il conto aggiornato — che emerge dalla semestrale di Unipol pubblicata ieri — comprende anche situazioni paradossali: il 30 luglio l’agenzia delle Entrate della Toscana ha notificato dieci avvisi di accertamento, per complessivi 25,7 milioni contestando la deducibilità di «parte dei compensi» del periodo 2004-2008 pagati da Fonsai a «ex amministratori» (dovrebbe trattarsi degli ex amministratori esecutivi Jonella Ligresti, Giulia Ligresti, Paolo Ligresti, Fausto Marchionni, Massimo Pini e Antonio Talarico). E viene contestato anche il costo dei famosi «cavalli» dei Ligresti, ossia della sponsorizzazione della società della famiglia, Laità srl (titolare dei purosangue Toulon, Nanta, Caruso e Contact BZ cavalcati da Jonella). Se Unipol pagasse subito, scenderebbe a 13,7 milioni. A febbraio, per un’analoga contestazione sui 43 milioni di consulenze-fantasma pagate per anni a Salvatore Ligresti, Unipol ha versato al Fisco in totale 12 milioni.
I rischi maggiori per Unipol derivano comunque dalla decennale contesa sul risarcimento preteso da 13 ex soci Fondiaria per la mancata opa da parte di Sai, Premafin e Mediobanca. Per la prima volta vengono quantificati i rischi di un’eventuale condanna definitiva: tra risarcimenti a chi ha fatto causa e le richieste non ancora in contenzioso, l’esborso è stimato in 87,8 milioni. Ma non è finita:il 12 agosto Unipol ha subìto il sequestro preventivo di immobili per 107 milioni nell’inchiesta di Torino per falso in bilancio a carico dei Ligresti e degli ex manager. È pur vero che Unipol ha promosso azioni di responsabilità per 277 milioni contro la vecchia gestione. Ma in caso di condanna, bisognerà capire quanto il gruppo guidato da Carlo Cimbri riuscirà effettivamente a ottenere dai Ligresti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’assemblea della Popolare di Sondrio, convocata l’11 maggio, avrà per la prima volta in 150 an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo mesi di battaglia legale e mediatica, Veolia e Suez annunciano di aver raggiunto un accordo per...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La sfida all’ultimo chip tra Stati Uniti e Cina sta creando un «nuovo ordine mondiale dei semicon...

Oggi sulla stampa