Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Unipol: i big per le cessioni In corsa Allianz, Axa e Zurich

Sono fra 10 e 15 gli operatori interessati a rilevare gli asset che Unipol deve cedere su indicazioni Antitrust. E ieri l’amministratore delegato del gruppo che ha rilevato Fonsai, Carlo Cimbri, ha confermato in un incontro con la stampa estera che in corsa ci sono gruppi assicurativi come Allianz, Axa, Aviva, Zurich e Cattolica e anche fondi di private equity.
Unipol, nell’ambito del progetto di fusione che porterà alla costituzione di UnipolSai, deve cedere asset per un totale di 1,7 miliardi di premi. Cimbri ha precisato che in vendita ci sono 1,5 miliardi di premi danni e 200 milioni di premi nel vita della Milano. Non ha però dato anticipazioni sui proventi ipotizzabili dalla dismissione, indicando che è «difficile» fare una stima. Il documento sulla vendita verrà inviato ai potenziali offerenti durante questo mese. La vendita procederà in due lotti, destinati a uno o a due diversi acquirenti. Da un lato ci sarà un «pacchetto» di premi della Milano e della Liguria, e dall’altro sempre della Milano e della Sasa.
Cimbri ha poi ribadito che la fusione tra Premafin, Fonsai e Unipol assicurazioni verrà realizzata anche se gli azionisti di risparmio voteranno contro l’operazione. In ogni caso la cessione degli asset della Milano andrà avanti e se non parteciperà alla fusione la compagnia sarà sempre una controllata di Unipol di dimensioni minori.
Cimbri, che fra l’altro non ha escluso una semplificazione dell’architettura delle azioni che potrebbe comportare anche la cancellazione delle risparmio, ha anche anticipato rispetto ai conti trimestrali (che saranno approvati dal consiglio la prossima settimana) che per Unipol e Fonsai l’andamento industriale nella prima parte del 2013 è stato «molto positivo». Ha infine precisato che il gruppo, incluse Fondiaria e la Milano, detiene 25-30 miliardi in titoli di Stato italiano.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa