Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

UniCredit, rush finale sulle liste

È convocato per oggi alle 14 il consiglio di amministrazione di UniCredit. Una riunione di routine, una delle ultime per il board uscente, che non a caso guarda con particolare attenzione al rinnovo e alla lista di maggioranza che ne definirà i contorni, per la quale c’è tempo fino a venerdì prossimo.
L’indicazione dei nomi spetta agli azionisti e non al consiglio – che solo il 21 aprile prossimo, a deposito avvenuto, verificherà i profili dei candidati -, tuttavia è probabile che a margine della riunione di oggi se ne faccia cenno: anche perché, in linea di massima, si profila una conferma per buona parte di chi già ne fa parte: per il presidente, Giuseppe Vita, e il ceo Federico Ghizzoni, la presenza in lista è scontata, e altrettanto dovrebbe avvenire per gli attuali quattro vice presidenti, vale a dire Candido Fois, Fabrizio Palenzona, Luca Cordero di Montezemolo e Vincenzo Calandra Buonaura. Possibile che per tutti e quattro resti confermata la carica, nel caso in cui i vice presidenti dovessero ridursi a tre una rinuncia potrebbe essere chiesta a Calandra, in ogni caso la scelta definitiva spetterà al prossimo board e non si tratta di questione nodale, considerato che il ruolo non è esecutivo e che il peso dei soci storici abituati ad «allestire» il consiglio è sempre meno rilevante dentro all’azionariato di UniCredit; c’è da dire, comunque, che il fronte si sta ricompattando, e la presenza di Fondazione CariVerona tra i sostenitori lista di maggioranza è data per sempre più probabile.
Per il resto, oggi sul tavolo del board dovrebbero finire la relazione della Vigilanza sull’ultima ispezione dedicata ai sistemi informativi e le ultime novità normative del settore. Infine, non è esclusa una informativa sul progetto di gestione condivisa di alcuni crediti in fase di ristrutturazione con Intesa Sanpaolo, Kkr e Alvarez&Marsal. A un anno dal primo memorandum of understanding, mancherebbero 5-6 settimane alla firma dell’accordo definitivo e al varo dei veicoli – ex articolo 107del Tub – chiamati ad assumere le esposizioni delle due banche (ed eventualmente di altre) e a fornire nuovo credito. Secondo quanto si apprende, sarebbe ormai stata definita la lista delle 10-12 aziende coinvolgibili, e al consiglio spetterebbe un avallo complessivo dei crediti in questione nonché dello schema: il Consiglio di Gestione di Intesa si sarebbe già espresso al riguardo, anche se l’ultima parola sull’inserimento delle singole aziende spetterà in una seconda fase ai comitati e alle strutture crediti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Maximo Ibarra ha rassegnato le sue dimissioni da Sky Italia per diventare amministratore delegato e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non cede all’ottimismo il ministro dell’Economia Daniele Franco che punta l’indice sui due pun...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In punta di diritto: la contrarietà a un giudicato nazionale, nel contesto del giudizio di ottemper...

Oggi sulla stampa