Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

UniCredit, più rettifiche

UniCredit contabilizzerà 900 milioni di euro addizionali di rettifiche su crediti nel primo trimestre. L’istituto, «al fine di fornire una appropriata guidance a tutti gli attori di mercato», ha annunciato l’anticipo dell’aggiornamento delle assunzioni macroeconomiche connesse all’applicazione del calcolo delle rettifiche su crediti secondo il principio Ifrs 9. Il Cost of risk (Cor) è stimato tra gennaio e marzo a circa 110 punti base, 80 dei quali dovuti all’aggiornamento dello scenario macroeconomico Ifrs 9 e 30 al Cor sottostante. Quest’ultimo è sensibilmente migliore dell’obiettivo originario di 46 punti previsto per il 2020.

A questo proposito, pur considerando le difficoltà previsionali dovute all’attuale situazione senza precedenti, la stima del Cor risulta pari a circa 100-120 punti base. Per il 2021 UniCredit stima un coefficiente pari a 70-90. «Grazie al successo di Transform 2019, UniCredit ha una posizione di capitale estremamente solida, con un Cet 1 Mda buffer che rimarrà ampiamente superiore al target range di 200-250 punti base per tutto il 2020. Il gruppo beneficia anche di una solida posizione di liquidità, con un Liquidity coverage ratio superiore al 140% alla fine del 2020».

Intanto l’a.d. Jean Pierre Mustier ha rinunciato interamente alla remunerazione variabile di quest’anno, pari a un massimo di 2,4 milioni di euro, e ha proposto di ridurre la propria remunerazione di circa il 25%, equivalente a 300 mila euro. La riduzione complessiva, pari a circa 2,7 milioni, è stata donata dal cda alla Fondazione UniCredit. «La contribuzione da parte del cda», precisa la società, «sarà aggiunta agli sforzi già in essere per alleviare gli impatti della pandemia sulle comunità locali e fornire risorse addizionali ai servizi sanitari nella UniCredit Group-Public per la loro lotta contro il virus. Di conseguenza, la remunerazione complessiva di Jean Pierre Mustier per l’esercizio 2020 sarà pari a 900 mila euro, con una riduzione del 75% della propria remunerazione target prevista per l’intero anno».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Francia continua a essere apripista per il riconoscimento economico dei contenuti di informazione...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Si avvicina il giorno in cui Monte dei Paschi dovrà dire alla vigilanza di Francoforte e al mercato...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sul Recovery Plan non esiste un caso Italia, ma un’interlocuzione molto positiva con la Commissi...

Oggi sulla stampa