Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Unicredit lancia la banca mobile, Buddybank

Ci tiene a sottolineare la dimensione affettiva la nuova banca studiata appositamente per smartphone — Buddybank — controllata al cento per cento da Unicredit e che diventerà operativa in Italia a partire da gennaio del 2017. Buddy, termine familiare che in inglese significa amico, «è la persona che chiami quando non vuoi annoiarti e con la quale condividi le esperienze più divertenti» spiegano gli ideatori dell’iniziativa. Un progetto ambizioso, pensato e sviluppato da Angelo D’Alessandro, che ne è alla guida e che guarda oltre i confini dell’Italia.
La nuova banca «molecolare» di Unicredit ha l’obiettivo di entrare nella vita di tutti i giorni provvedendo a servizi e a piccoli pagamenti come la prenotazione e il saldo del conto al ristorante, gli spostamenti in taxi, la programmazione di un viaggio.
Da un punto di vista dell’offerta dei prodotti e servizi finanziari Buddybank provvederà alle necessità di base: il conto corrente, la carta di credito o debito, la possibilità di finanziare piccoli prestiti personali di ammontare fino a 25mila euro. La novità è che per rendere disponibili questi servizi la banca metterà a disposizione dei clienti un servizio di «concierge» come quello dei grandi alberghi, disponibile 24 ore al giorno e sette giorni su sette. Grazie a tecnologie innovative sviluppate internamente e in partnership con i migliori fornitori, il cliente sarà riconosciuto in pochi secondi dall’operatore senza dover premere tasti o rispondere a domande di sicurezza. Oltre ai servizi di base potrà fare trading e risparmiare con un obiettivo personalizzato. «Apriremo in Italia e, grazie alla natura molecolare della banca, adattabile alle esigenze dei diversi mercati, stiamo valutando aperture negli Stati Uniti, Europa e Africa», spiega D’Alessandro. L’investimento iniziale per il lancio della nuova banca è stato di 50 milioni di euro. La start up ha un obiettivo di un milione di clienti in Italia in cinque anni e il break-even è previsto al terzo anno con 300mila clienti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le previsioni della Commissione europea sull’economia dell’Unione e dell’Italia rappresentano ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con un coordinamento esemplare, le due maggiori economie mondiali hanno rilasciato una "doppietta" d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il 2021 offre un parziale esonero contributivo, pari a un massimo 3mila euro, a lavoratori autonomi ...

Oggi sulla stampa