Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Unicredit, il caso Palenzona L’audit arriva in consiglio

MILANO – Il caso Palenzona sarà questo pomeriggio alle 14 il primo punto all’ordine del giorno del consiglio di amministrazione di Unicredit. La riunione del board presieduto da Giuseppe Vita era quella ordinaria mensile ma il deflagrare dell’inchiesta della procura antimafia di Firenze per l’ipotesi di reimpiego di beni e favoreggiamento a Cosa Nostra a carico dell’imprenditore trapanese Andrea Bulgarella, considerato vicino al superboss Matteo Messina Denaro, e il coinvolgimento del vicepresidente di Unicredit, Fabrizio Palenzona, per l’ipotesi di reati finanziari con l’aggravante di aver favorito la mafia, ha inevitabilmente imposto un cambio di scaletta.
Martedì l’altro vicepresidente di Unicredit, Luca Cordero di Montezemolo, aveva detto che «è doveroso e giusto parlare della vicenza Palenzona, potrebbe esserci un’informativa fatta direttamente da lui». Ieri invece Palenzona avrebbe infine deciso di rinunciare a presentare una sua relazione e dovrebbe anzi uscire dalla sala del consiglio durante la discussione su caso Bulgarella. Ai consiglieri verrà presentata dall’audit una prima informativa sul caso, essendo passata appena una settimana dalle perquisizioni dei Ros dei Carabinieri. L’esame del dossier dovrebbe comunque continuare nei giorni successivi.
L’inchiesta sull’imprenditore trapanese trapiantato in Toscana ha fatto emergere fra l’altro l’interessamento del braccio destro di Palenzona in Aeroporti di Roma, Roberto Mercuri, per la ristrutturazione del debito da 60 milioni su sollecitazione dello stesso gruppo Bulgarella, e le interlocuzioni con manager di Unicredit anche di prima fila come l’attuale chief risk officer Massimiliano Fossati. La ricostruzione della vicenda da parte dell’audit dovrebbe fare emergere come si è evoluto il rapporto con Bulgarella, che la ristrutturazione della posizione debitoria non sia ancora stata realizzata ma solo discussa, e che la banca si è mossa per cercare di recuperare il più possibile da quella esposizione. Dopo la seduta il gruppo guidato da Federico Ghizzoni dovrebbe emettere un comunicato. Già lo scorso giovedì, quando venne resa nota l’indagine, Unicredit aveva dichiarato di avere «piena fiducia nell’operato (degli esponenti della banca, ndr ) e si ritiene certa che le indagini dimostreranno con chiarezza la loro estraneità rispetto alle contestazioni mosse». Anche Palenzona ha respinto ogni addebito attraverso il suo avvocato, Massimo Dinoia.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa