Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

UniCredit, con SubitoCasa 10mila immobili in un anno

Dieci mila immobili in un anno. Questo il risultato di Unicredit Subito Casa, la società del gruppo bancario che si occupa di intermediazione immobiliare. La realtà, nata nel corso del 2014, ha visto in pochi mesi l’adesione di 130.000 clienti al nuovo servizio “Carta d’Identità del patrimonio immobiliare”, uno strumento che permette una valutazione chiara e articolata del proprio portafoglio.
«Per essere veramente distintivi oggi bisogna allargare lo spettro della consulenza offerta ai nostri clienti e UniCredit ha già avviato questo modello – dichiara Federico Ghizzoni,amministratore delegato di UniCredit – ce lo stanno chiedendo i clienti che vogliono ricevere consulenza su tutto il patrimonio, incluso quello immobiliare e la stessa richiesta ci arriva anche dai costruttori che vogliono dalla Banca non solo un supporto finanziario, ma anche un supporto commerciale per la vendita, ed i numeri cominciano ad essere importanti».
Il cliente, fornendo il proprio codice fiscale, riceve in un report la stima del valore dell’immobile, il grado di volatilità e di liquidabilità, nonché alcuni valori qualitativi utili all’eventuale proposizione di vendita. «In poco tempo abbiamo coperto oltre il 90% del Paese attivando partnership con oltre 300 professionisti agenti immobiliari – sottolinea Gabriele Piccini, Country Chairman Italy di UniCredit – formati e specializzati per offrire un servizio completo e garantito. La competenza nel settore, una rete estesa e capillare come la nostra e la conoscenza del mercato ci permettono di offrire un servizio unico. Ci aspettiamo entro giugno di raggiungere l’obiettivo dei 20 mila immobili».
E il settore immobiliare sta dando i primi segnali positivi di ripresa che fanno ben sperare. Dopo il calo delle compravendite nel 2013 a quota 407 mila unità (secondo il Rapporto Immobiliare 2014 di Abi e Agenzia delle Entrate), alla fine dello scorso anno sono già stati segnati dei progressi: +1,6% delle compravendite nel primo trimestre seguito da un rallentamento del 3,6% nel secondo e un ritorno alla crescita (+3,6%) nel terzo trimestre. In progresso, inoltre, la disponibilità all’erogazione di mutui bancari: nel corso del 2014 la domanda ha fatto segnare una crescita pari al +15%, dopo ben tre anni caratterizzati dal segno meno, con un impennata a fine anno (+30,6% nel solo mese di dicembre). E anche su questo fronte Unicredit punta sulla ripresa del real estate: «Nel 2014 abbiamo più che raddoppiato le erogazioni dei mutui – sottolinea Piccini – per un valore di circa 3 miliardi e 300 milioni e la partenza del 2015 ci sta dando segnali positivi».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Fumata quasi bianca. Positiva però non ancora abbastanza da far considerare chiusa la partita. Ieri...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La parola che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, non voleva più nemmeno ascoltare, "lockd...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nell’ultimo giorno utile per lo scambio dei diritti relativi all’aumento di capitale, il titolo ...

Oggi sulla stampa