Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Unicredit cede altri Npl

Unicredit porta avanti la strategia di riduzione delle esposizioni deteriorate e nega nuovamente l’interesse per acquisizioni, mentre punta sui buyback e sulla trasformazione digitale. La banca di piazza Gae Aulenti ha ceduto pro-soluto un portafoglio di crediti in sofferenza, derivanti da contratti di credito chirografario verso clientela del segmento pmi italiane, a Ifis Npl e Gaia spv, un veicolo di cartolarizzazione finanziato da Guber banca e Barclays Bank. Il portafoglio comprende crediti derivanti da contratti di finanziamento regolati dal diritto italiano con una creditoria complessiva, al lordo delle rettifiche di valore, di circa 840 milioni di euro. L’impatto della cessione è stato recepito nel bilancio del secondo trimestre.

Dell’intero portafoglio Banca Ifis ha rilevato circa 486 milioni di euro in valore nominale, vantati verso più di 8.200 debitori, mentre Gaia ha rilevato la restante porzione per 354 milioni. L’operazione è coerente con la strategia di Banca Ifis di essere la controparte di riferimento per l’acquisto di portafogli Npl nelle diverse fasi del ciclo economico, con la capacità di eseguire transazioni di importo molto rilevante direttamente o in partnership con primari operatori di mercato. Da inizio anno l’istituto ha acquistato undici portafogli di Npl per circa 1,3 miliardi di euro di valore nominale. Ifis partecipa attualmente a 15 processi di cessione per un controvalore nominale di circa 1,9 miliardi. La banca sottolinea che gli acquisti di Npl finalizzati in questi mesi offriranno un buon contributo alla redditività nei prossimi due anni, grazie a un’attività di recupero proattiva e diversificata.

Intanto l’a.d. di Unicredit, Jean Pierre Mustier, ha osservato che l’istituto «non è interessato a operazioni di acquisizione e fusione, ma continua a puntare sul buyback come strumento per remunerare gli azionisti in modo stabile e crescente». La banca rimane concentrata sulla trasformazione digitale, considerata la via maestra per aumentare l’efficienza.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa