Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

UniCredit al 9,3% in Mediobanca

Marcia indietro su Mediobanca: UniCredit torna sotto il 10%. La banca di Piazza Gae Aulenti ha comunicato alla Consob di essere scesa dal 10,117% di fine giugno al 9,378%, di cui l’8,807% con diritti di voto. UniCredit ha limato dall’8,848% precedentemente denunciato la partecipazione diretta e smontato parte della posizione potenziale in opzioni che prevedeva a scadenza la consegna di azioni, ridimensionandola dall’1,079% allo 0,422%. Si tratta di «contratti di cessione di opzioni put, per finalità di copertura del rischio derivante da attività di market maker su strumenti finanziari con scadenze comprese tra il 2019 e il 2023 (investment certificates, con rendimento indicizzato a un basket di titoli inclusi quelli di Mediobanca)». La posizione potenziale relativa a opzioni che prevedono il pagamento cash a scadenza (tra quest’anno e il 2021), è stata invece ritoccata dallo 0,19% allo 0,149%. UniCredit aveva assicurato comunque che le operazioni in derivati avevano finalità di copertura del rischio e non erano invece dirette «in alcun modo ad acquisire azioni Mediobanca a titolo di stabile partecipazione». Dovessero esserci movimenti nell’azionariato in prossimità delle assemblee di Mediobanca – che tradizionalmente si tengono a fine ottobre – non lo si vedrà quindi dall’esercizio delle opzioni legate ai certificati emessi dalla banca guidata da Jean-Pierre Mustier, che è tornata sotto la soglia informativa.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Per gli immobili concessi in leasing l'Imu è dovuta dal locatario anche a seguito della risoluzione...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’Europa spinge l’acceleratore sulla digitalizzazione della costituzione delle società come ele...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Procedura online per la costituzione di srl in alternativa alla metodologia standard attuale. La dir...

Oggi sulla stampa