Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Un’elezione tutta giocata sulla Brexit

Londra È una battaglia che si combatte all’ultimo voto. La distanza che separa i conservatori dai laburisti si è man mano assottigliata: le ultime rilevazioni danno i primi al 42 per cento e i secondi al 33 (con i liberal-democratici al 12 e il Brexit Party di Farage al 3). È un distacco di nove punti che ha portato i sondaggisti a tagliare le previsioni di una maggioranza assoluta per i conservatori: da 68 seggi si è passati a 28.

Ma è un vantaggio che potrebbe svanire del tutto in queste ultime ore: se il distacco fra i due partiti scendesse a sette punti, entreremmo in zona «hung Parliament», Parlamento appeso, ossia senza nessuno con la maggioranza assoluta.

La dinamica di queste elezioni è stata chiara: se due mesi fa sembrava una corsa a quattro, l’elettorato si è poi polarizzato attorno ai due partiti maggiori. Dunque i conservatori di Boris Johnson hanno completamente svuotato il Brexit Party, grazie al loro messaggio martellante sull’uscita dalla Ue: ma già due settimane fa i Tories avevano raggiunto il picco di consensi possibili e avevano smesso di avanzare.

Sul versante opposto i laburisti hanno cannibalizzato progressivamente i liberal-democratici: gli elettori europeisti hanno pensato che c’erano migliori opportunità di fermare la Brexit canalizzando i voti sul partito di Jeremy Corbyn, dopo che si era schierato per il secondo referendum. E questo recupero è continuato fino alle ultime ore.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa