Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Una spinta al passaggio alla Spa

di Angelo Busani

La prospettiva del sindaco unico nella "piccola" società per azioni (e cioè di quelle non superino 1 milione di euro di ricavi o di patrimonio netto), e quindi della relativa diminuzione dei costi rispetto all'organo collegiale, rende interessante valutare l'adozione della forma della spa (e quindi di trasformare in spa le srl di minori dimensioni) per "sfuggire" alle inefficienze che derivano dalla disciplina apprestata per le srl.

All'indomani della riforma del 2003, infatti, se da un lato la nuova normativa della srl venne salutata con estremo favore, per aver concesso una notevole autonomia statutaria e per aver grandemente valorizzato la figura del socio nel contesto della vita sociale, d'altro lato ne vennero messi in rilievo anche diversi aspetti di notevole problematicità.

L'aspetto più negativo è senz'altro quello dei poteri ispettivi del singolo socio (che non ha eguali nella spa): ai sensi dell'articolo 2476, comma 2, del codice civile, i soci che non partecipano all'amministrazione hanno diritto di avere dagli amministratori notizie sullo svolgimento degli affari sociali e di consultare, anche tramite professionisti di loro fiducia, i libri sociali e qualsiasi documento relativo all'amministrazione della società (e quindi libri sociali, fatture, contratti, eccetera).

Nello stesso articolo 2476, ma al comma 7, c'è poi la "fastidiosa" previsione (anch'essa tipica della sola srl) secondo cui sono responsabili con gli amministratori i soci di srl che abbiano intenzionalmente deciso o autorizzato il compimento di atti dannosi vero la società, i soci o i terzi.

Sempre in tema di azione di responsabilità, infine, il comma 3 dell'articolo 2476 dispone che l'azione di responsabilità contro gli amministratori può essere promossa da ciascun socio, il quale può altresì chiedere, in caso di gravi irregolarità nella gestione della società, che sia adottato provvedimento cautelare di revoca degli amministratori medesimi. Nella spa, come noto, l'articolo 2393 del Codice civile subordina l'azione sociale di responsabilità a una decisione in tal senso assunta dall'assemblea dei soci.

Nella disciplina della srl (di cui è assai discussa l'applicazione anche alla spa) vi è poi la norma (l'articolo 2467 del Codice civile) secondo la quale il rimborso dei finanziamenti dei soci a favore della società è postergato rispetto alla soddisfazione degli altri creditori e, se avvenuto nell'anno precedente la dichiarazione di fallimento della società, deve essere restituito; intendendosi per «finanziamenti dei soci a favore della società» quelli, in qualsiasi forma effettuati, che siano stati concessi in un momento in cui, anche in considerazione del tipo di attività esercitata dalla società, risulti un eccessivo squilibrio dell'indebitamento rispetto al patrimonio netto oppure in una situazione finanziaria della società nella quale sarebbe stato ragionevole un conferimento.

Ancora, nella srl non sono permesse talune "manovre" invece consentite nella spa: ad esempio, la srl in nessun caso può acquistare o accettare in garanzia partecipazioni proprie ovvero accordare prestiti o fornire garanzie per il loro acquisto o la loro sottoscrizione, mentre nella spa le manovre con le azioni proprie sono, con certo presupposti ed entro certi limiti, consentite; ancora, mentre la spa, a determinate condizioni, può distribuire acconti su dividendi, nella srl è prescritto che «possono essere distribuiti esclusivamente gli utili realmente conseguiti e risultanti da bilancio regolarmente approvato.
 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

In anticipo su alcuni aspetti, ad esempio lo smaltimento dei crediti in difficoltà; in ritardo su a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le materie prime – soprattutto l’oro e il petrolio – sono tornate a regalare soddisfazioni all...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Apprezzamento unanime» per i dati di bilancio e conferma del sostegno all'amministratore delegato...

Oggi sulla stampa