Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Un sospiro di sollievo in borsa

Torna il sereno sui mercati finanziari. Il miglioramento delle condizioni climatiche negli Stati Uniti, con l’uragano Irma che perde forza, e le minori tensioni in Corea del Nord hanno ridato ossigeno alle borse. Così, a Milano, l’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,64% a 22.134 punti. Bene anche Francoforte (+1,39%), Parigi (+1,24%) e Londra (+0,49%).

A New York il Dow Jones e il Nasdaq avanzavano di circa un punto percentuale. Lo spread Btp-Bund è sceso leggermente a 163.

A Piazza Affari in luce Unipol (+6,70% a 3,756 euro), su cui Mediobanca Securities ha alzato la raccomandazione a outperform, con il prezzo obiettivo che cresce da 4,30 a 4,88 euro: gli analisti ritengono che la recente debolezza del titolo rappresenti un’occasione di acquisto.

Saipem (+3,34% a 3,278 euro) è stata sostenuta dall’avvio di copertura da parte di Hsbc, con rating buy e target price a 4,4 euro: la casa d’affari evidenzia i molteplici cambiamenti del gruppo avvenuti negli ultimi anni.

Su di giri il comparto bancario: Ubi B. +3,45%, Bper +2,87%, Banco Bpm +2,76%, Unicredit +2,69%, Mediobanca +2,19%, Intesa Sanpaolo +1,49%. In territorio positivo B.Unicem (+1,63% a 21,22 euro), su cui Barclays ha avviato la copertura con rating overweight e obiettivo a 25 euro: secondo gli esperti, la società offre una delle migliori presenze geografiche nel settore europeo del cemento. In rialzo frazionale Telecom Italia (+0,90% a 0,787 euro). Gli analisti restano positivi sul titolo: Equita sim ha ribadito la raccomandazione buy (target 1,26 euro) e Mediobanca Securities il rating outperform (prezzo obiettivo 1,34 euro).

Nel resto del listino in gran spolvero Sogefi (+7,62% a 4,974 euro), che continua a salire con volumi consistenti. I gestori hanno giustificato il movimento della controllata di Cir, attiva nella componentistica per l’automobile, citando scommesse sul possibile spin-off di Magneti Marelli e sulla Ipo di Pirelli. Si è poi aggiunta Exane Bnp Paribas, che ha aumentato il target price da 5,2 a 5,4 euro ribadendo la raccomandazione outperform. Su di giri anche Cairo Comm. (+3,50%).

Acquisti su Fincantieri (+4,82%), che ha festeggiato il contratto con Silversea Cruises in attesa di notizie sul fronte Stx France.

Nei cambi, chiusura in calo per l’euro, che è sceso sotto quota 1,20 dollari passando di mano a 1,1979. I mercati cercano di scrollarsi di dosso i timori degli uragani negli Stati Uniti e delle tensioni con la Corea del Nord. Così il biglietto verde è torna a risalire.

Per le materie prime, quotazioni petrolifere contrastate, con il Brent a 53,72 dollari (-6 centesimi) e il Wti sul filo di 48 dollari (+53 cent). Sono invece scattate forti vendite sull’oro dopo la recente corsa: il metallo giallo perdeva 14 dollari a 1.333.

Giacomo Berbenni

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa