Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Un piano per il Fisco. Dichiarazioni dei redditi a domicilio

ROMA — Nessun aumento della pressione fiscale nemmeno dalla revisione del catasto e dalle addizionali regionali, contro le quali si pone uno «stop» alla proliferazione. Stop anche a condoni e sanatorie. Verrà costituito un fondo alimentato dai proventi della lotta all’evasione per finanziare la riduzione delle tasse, così come i tagli di incentivi e agevolazioni alle imprese dovranno essere destinati per diminuire le imposte alle aziende. Grande attenzione al contribuente per recuperare la sua fiducia con il potenziamento della figura del tutor , con l’introduzione e l’invio al contribuente di dichiarazioni precompilate per semplificare al massimo le procedure, una tendenziale generalizzazione del meccanismo della compensazione tra crediti d’imposta dovuti dal cittadino e debiti tributari a suo carico. E anche dei premi per i contribuenti più virtuosi. Verrà mantenuto il regime penale per i comportamenti gravi, mentre basterà una sanzione amministrativa per quelli ritenuti più lievi.
Queste in estrema sintesi le novità che verranno introdotte nell’arco dei prossimi 12 mesi in virtù della applicazione della delega fiscale il cui testo base (44 pagine) è stato approvato ieri dal comitato ristretto all’interno della commissione Finanze della Camera. Entro il 10 settembre le forze politiche potranno presentare gli emendamenti per poi passare alla discussione in aula. I 16 articoli approvati ieri contengono non poche novità rispetto al lavoro fatto dal governo Monti e dal viceministro Vieri Ceriani. Mentre sull’Imu volano gli stracci dentro la maggioranza di governo, sulla delega fiscale Pd e Pdl si sono distinti per complimenti incrociati. Il presidente della Commissione Finanze a Montecitorio, Daniele Capezzone (Pdl), ha ringraziato «le forze della maggioranza per il lavoro innovativo e riformatore fatto tutti insieme», mentre il capogruppo Pd, Marco Causi, ha riconosciuto il ruolo del relatore che poi è lo stesso Capezzone.
Al catasto, argomento delicato e di grande impatto che va a sovrapporsi alla riforma dell’Imu, viene dedicato tutto l’articolo 2 nel quale si specifica che dovranno essere dati ai Comuni strumenti per individuare gli immobili abusivi e non censiti e l’utilizzo del metro quadro, come misura per valutare la grandezza dell’immobile, abbandonando il vecchio e incerto numero dei vani. In particolare viene specificato che deve essere garantita l’invarianza di gettito totale ma si apre alla possibilità di modulare le imposte tenendo come punto base l’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) per avvantaggiare i nuclei famigliari numerosi. Da prevedere anche bonus fiscali per la messa in sicurezza degli immobili.
Contro l’evasione fiscale il governo verrà delegato a introdurre «una metodologia di rilevazione» stabile nel tempo con adeguata pubblicizzazione e la creazione di una commissione di 15 esperti (senza compensi) presso il ministero del Tesoro con il compito di super-tutor per valutare il lavoro svolto. Per favorire l’emersione di base imponibile occorre poi prevedere «misure finalizzate al contrasto di interessi». Nei rapporti con il contribuente si prevede per il calcolo delle imposte «l’invio con restituzione di modelli precompilati» con la possibilità di assistenza «nel processo di consolidamento della capacità fiscale correlato alla crescita e alle caratteristiche strutturali delle imprese». Verrà anche armonizzata e rimodulata la rateizzazione dei debiti tributari «prevedendo che ritardi di breve durata nel pagamento di una rata non comportino l’automatica decadenza del beneficio della rateazione».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Banche alla verifica degli stress test dopo il Covid. Quante sono le aziende affidate che hanno pos...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo 10 anni passati a riaversi dai traumi della crisi finanziaria 2008 e cinque a tagliare i risch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«È una riforma importante quella di cui stiamo discutendo in questi giorni — dice il neo presid...

Oggi sulla stampa