Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Un miliardo di e-fatture

Un miliardo circa di fatture elettroniche. Per 1,6 miliardi di euro di valore. Questo il bilancio dei primi sei mesi del nuovo sistema in base ai dati dello Sdi (Sistema di interscambio), emersi dal tavolo tenutosi ieri al ministero dell’economia. Un momento per fare il bilancio sulla prima fase dell’adempimento (è in scadenza la moratoria delle sanzioni prevista per l’avvio della fatturazione elettronica, 30 giugno per i soggetti trimestrali, 30 settembre per i mensili). E per tracciare una road map sulle novità in arrivo dal 1° luglio, raccogliendo le richieste del Garante privacy e dei rappresentanti politici della maggioranza gialloverde. Per Giovanni Currò, deputato M5S e membro della Commissione finanze della Camera «Nel corso dell’incontro, oltre a fare un monitoraggio dei dati, abbiamo analizzato gli elementi positivi e le criticità ancora esistenti della fatturazione elettronica. Tra i dati positivi, il progressivo accoglimento di Sogei delle nostre richieste nello sviluppo del software disponibile e gratuito; l’emissione di numerosissime fatture anche da parte di soggetti con esonero (forfettari e minimi) grazie alla facilità di emissione e il calcolo automatico delle imposte di bollo. Esempio pratico che istituire obblighi fiscali non è sempre la via corretta; l’impegno alla costante ricerca di automatismi per facilitare e ridurre il tempo di emissione e registrazione della fattura». Per il deputato cinquestelle restano, però, ancora criticità da affrontare «come il collegamento tra le società di software ed Entrate, le consultazioni ancora macchinose e la bulimia di deleghe a seguito delle richieste del Garante che non facilita il lavoro dei professionisti.

Per non parlare degli adempimenti che devono essere eliminati a seguito del completamento del rodaggio della e fattura, burocrazia asfissiante per le nostre imprese».

I tecnici di Sogei sono al lavoro per fare in modo di avere una numerazione elettronica della fattura che possa essere estesa al portale Web, una rubrica clienti accessibile a delegati, intermediari e tutori, un blocco fattura con numero del documento duplicato o all’importo totale, un documento impostato in automatico per fattura carburante.

Entro il 27 giugno, gli intermediari potranno trovare le fatture carburante sul portale web, l’autofattura anche sul sito fattura p.a., l’ampliamento dei documento del trasporto, l’ampliamento dati ordine di acquisto e adeguamenti di campi e loghi.

Il Garante privacy ha poi richiesto interventi migliorativi sul servizio di adesione al servizio di consultazione per i soggetti Iva, da estendere dal 1° luglio, una estensione del servizio di consultazione e memorizzazione per le fatture B2C per i cittadini da estendere sempre dal primo luglio, la cancellazione delle fatture nel formato Xml per i soggetti che non hanno aderito al servizio di consultazione e informazioni sulla gestione delle fatture del servizio sanitario.

Tornando al bilancio del primo semestre della e-fattura, sono stati 946.326.057 i documenti inviati, con una percentuale di scarto (errore) del 2,90%. I file elaborati sono stati 918.876.724, e le fatture memorizzate sono state 916.303.682.

Di queste il 53,7% sono state scambiate tra imprese B2B, mentre il 44,70% hanno avuto come controparte i consumatori (B2C), il restante 1,53% invece con la pubblica amministrazione (B2G). I valori economici mossi ammontano come detto a 1,6 mld di euro (Iva inclusa), più precisamente 1.614,6 mln di euro, e i cedenti sono stati oltre 3 milioni.

Cristina Bartelli

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Commissione europea ha avviato un’indagine formale antitrust per valutare se l’uso di Amazon ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nessuna esenzione per l'imposta di bollo dovuta dalle start up innovative e dagli incubatori certifi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La questione del big data, ossia dell’uso dei dati di mercato da parte delle imprese, soprattutto ...

Oggi sulla stampa