Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Un compito simile a un rompicapo

In nome della dichiarazione precompilata il sistema fiscale italiano è stato «arricchito» con oltre 10 nuovi adempimenti fiscali. Quello relativo alle spese sanitarie sta diventando, però, il più complesso da gestire, in considerazione anche delle novità apportate dal Dm del Mef del 19/10/2020. Che di fatto hanno trasformato l’adempimento da annuale a mensile, incrementandone anche la quantità di dati da inviare.

Con l’articolo 7 comma 1 del dm viene, infatti, specificato che la trasmissione dei dati al sistema Ts deve essere effettuata entro la fine del mese di gennaio 2021, per le spese sostenute nell’anno 2020; ed entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021.

Come se non bastasse, l’adempimento, che diventa «moltiplicato 12» dal 2021, dovrà contenere anche una mera esposizione dei dati delle prestazioni effettuate nei confronti dei pazienti che hanno esercitato il diritto di opposizione all’invio all’Agenzia delle entrate. Come indicato all’articolo 2 comma 2 lettera c) del decreto in commento, per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2021, i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema Ts devono provvedere anche alla trasmissione dei dati dei documenti fiscali per i quali il cittadino ha esercitato l’opposizione.

In questo caso, però, non si tratta dell’invio di un dato, ma di uno pseudo dato, poiché privo di qualsiasi peso informativo per il precompilato.

Al termine della lettera c) del comma, infatti, viene specificato che i dati relativi alle spese per le quali il cittadino ha esercitato l’opposizione sono trasmessi al Sistema Ts senza l’indicazione del codice fiscale dell’assistito.

Dunque, ci sarà l’indicazione solamente della tipologia di spessa effettuata e dell’importo sostenuto, informazioni nelle mani del fisco che posso avere una rilevanza unicamente per quantificare il «reddito prodotto» dal soggetto che ha effettuato la prestazione, senza nulla apportare al dichiarativo precompilato.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le previsioni della Commissione europea sull’economia dell’Unione e dell’Italia rappresentano ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con un coordinamento esemplare, le due maggiori economie mondiali hanno rilasciato una "doppietta" d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il 2021 offre un parziale esonero contributivo, pari a un massimo 3mila euro, a lavoratori autonomi ...

Oggi sulla stampa