Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Ubs-Credit Suisse anche la Svizzera culla il “campione”

Se ha ragione il sito “Inside Paradeplatz” (nome della “City” di Zurigo) starebbe per celebrarsi un matrimonio d’altri tempi tra banche. Sembra, per il sito svizzero ripreso in tutto il mondo, che Ubs e Credit Suisse stiano valutando una fusione, nome in codice “Signal” su cui lavorano i rispettivi presidenti. I vertici ne avrebbero già parlato al ministro delle Finanze Ueli Maurer e alla locale autorità di mercato. Ieri le due banche hanno scelto il “no comment”, mentre i loro investitori hanno scelto di dare spago alle voci: +4,33% Credit Suisse, +2,47% Ubs. E’ solo un primo giorno, però. Mettere insieme i primi due colossi svizzeri, leader globali tra gestioni di patrimoni e banca d’investimento, creerebbe un gruppo da 64 miliardi di euro in Borsa, e una risposta al dominio degli istituti Usa. Tuttavia, il dossier già cullato in passato, non si prospetta facile: soglie antitrust, esuberi per oltre un decimo dei 115 mila lavoratori, dubbi dei regolatori che non amano (più) le banche “troppo grandi per fallire”, integrazione tra due modelli uno più rivolto al risparmio (Ubs) l’altro più ai mercati, sono nodi altrettanto colossali. Si vedrà se la moda dei “campioni nazionali”, che in Italia ha aperto la via a Intesa-Ubi e in Spagna a Bankia-Caixabank, la avrà vinta nel 2021.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Contro le previsioni, anche il fondo Bluebell avrebbe raggiunto la soglia minima del capitale Mediob...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doppio cda, per rispondere al governo. Oggi si riunirà prima Aspi, poi Atlantia. Non è detto che l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

llimity Bank ha finalizzato due nuove operazioni nel segmento 'senior financing' per un ammontare co...

Oggi sulla stampa