Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Ubi, metà degli addetti lavora agile

Oltre metà del personale di Ubi banca sta lavorando da remoto, seguendo le indicazioni legate all’emergenza sanitaria. E questo grazie alle misure e alla flessibilità adottate, anche con la concessione di congedi straordinari e permessi. Al 20 febbraio, poco prima dello scoppio del coronavirus, le postazioni di smart working attive quotidianamente erano circa 800, mentre ora sono 10 mila.

Intanto le 383 filiali di maggiori dimensioni resteranno aperte al pubblico solo al mattino per la fornitura dei servizi minimi essenziali, in particolare alle fasce più deboli. Le 912 filiali di medie e piccole dimensioni sono aperte al pubblico fino alle 12.50 e non è prevista la presenza di personale nel pomeriggio. La chiusura di minisportelli e sportelli leggeri (238) permette, inoltre, di accrescere il numero dei team operativi per favorire una maggiore alternanza degli addetti alle filiali più grandi. Il servizio viene comunque assicurato con i mezzi tecnologici da remoto e con l’assistenza necessaria.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Primo giorno di lavoro in proprio per Francesco Canzonieri, che ha lasciato Mediobanca dopo cinque a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

 Un passo indietro per non sottoscrivere un accordo irricevibile dai sindacati. Sarebbe questo l’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere una Waterloo e invece è stata una Caporetto. Dopo cinque anni di cause tra Mediaset e...

Oggi sulla stampa