Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Tronchetti Provera sceglie un manager greco come successore alla Pirelli

MILANO — Dopo 30 anni, che è quasi un’era geologica parlando di impresa, Pirelli avrà un nuovo capo al posto di Marco Tronchetti Provera. Dovrebbe essere, dopo un triennio di affiancamento da direttore generale e co-amministratore delegato nel gruppo degli pneumatici, il greco Angelos Papadimitriou. In Borsa Pirelli ha aperto in rialzo dopo l’annuncio e chiuso a 3,82 euro, +3,13%.
Il nuovo dirigente, scelto con la consulenza dei selezionatori di Spencer Stuart, sarà proposto al cda del 23 luglio, che costituirà, per affidargliela, la casella nell’organigramma. La riorganizzazione, si legge in una nota, è «già condivisa con il presidente Ning Gaoning», rappresentante dei cinesi di Chem-China, azionisti di maggioranza dal 2015 (ora al 46%). La nomina punta anche ad ampliare il management visto «il futuro percorso di successione – si legge ancora nella nota – in linea con la procedura già adottata ». Procedura che prevedeva di identificare un candidato ad di Pirelli entro l’ottobre 2022 e indicarlo nel primo semestre 2023, al rinnovo del cda nominato un mese fa dall’assemblea. Tronchetti Provera era stato allora confermato vice presidente esecutivo e ad, seguitando il lungo percorso avviato nel 1992, quando subentrò all’allora suocero Leopoldo Pirelli, uscito di scena dopo il fallito tentativo di scalare la tedesca Continental. Da allora l’imprenditore amante della vela ha navigato molti mari, compreso quello increspato e amaro di Telecom (2001-2007).
Papadimitriou, greco di nascita, è anglosassone di formazione: dopo la laurea in Computer science & economics e un master ad Harvard, ha iniziato nei Laboratoires Fournier, proseguendo nella farmaceutica Schering Plough e dal 2003 in Glaxo a Londra, responsabile commerciale per l’Europa e poi capo del gruppo in Italia. Dal 2010 al 2019 ha quindi guidato la bolognese Coesia, azienda da oltre 2 miliardi di ricavi che produce macchine per imballaggi ed è posseduta da Isabella Seragnoli. Un nome storico del capitalismo nostrano, che Tronchetti ben conosce avendolo trovato nel patto tra soci di Mediobanca, dove Seragnoli ha ancora lo 0,22%.
Nel prossimo riassetto Tronchetti, classe 1948, guiderà ancora strategie, operazioni straordinarie e varie direzioni più “istituzionali”. A Papadimitriou andranno le leve esecutive delle linee di business nei 160 Paesi in cui Pirelli opera, coordinati da Andrea Casaluci, capo delle operazioni a cui riporta anche Giovanni Tronchetti Provera, figlio di Marco che siede nel cda e segue i clienti “prestige”. Ma il nuovo capo di Pirelli, da formalizzare entro due anni, difficilmente sarà un Tronchetti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il consiglio di Atlantia (e quello di Aspi) hanno risposto al governo. Confermando di aver fatto tut...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Serviranno ancora un paio di mesi per alzare il velo sul piano industriale «di gruppo» che Mediocr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il piano strategico al 2023 rimane quello definito con Bce e sindacati. Ma una revisione dei target ...

Oggi sulla stampa