Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Tribunale per famiglia e minori

Supera il primo scoglio la riforma del processo civile: al Senato la commissione Giustizia vota tutti gli emendamenti e il ddl sbarcherà in aula mercoledì prossimo. Via libera unanime al Tribunale della famiglia, dei minori e delle persone, competente su separazione, divorzi, affidamenti e sul diritto penale minorile. Prima udienza del processo «di lavoro ed effettiva», come vuole la guardasigilli Marta Cartabia, ma cadono le preclusioni previste in origine e scompare l’equiparazione fra contumacia e mancata contestazione. Ampliate le competenze civili del giudice di pace. Detraibile dalle imposte il compenso dell’avvocato nella mediazione civile. «Mi sento di dire che è stato fatto davvero un buon lavoro. Stiamo rispettando le scadenze», spiega la sottosegretaria Anna Macina, che rappresenta il Governo in commissione.

Bruxelles ci guarda

Sulla prima udienza del processo non è la legge delega fissare la durata dei termini nel dettaglio, ma le parti devono arrivarci a carte scoperte anche per responsabilizzare il giudice sull’organizzazione del lavoro, a partire dal calendario delle udienze. «Siamo soddisfatte perché abbiamo compiuto un grande sforzo, specie se si considera il testo di partenza», racconta la senatrice Fiammetta Modena (Fi), che con Anna Rossomando (Pd) e Julia Unterberger (Svp) sono relatrici del provvedimento. «E in effetti è l’Europa con il recovery plan che ci chiede che ridurre i tempi delle cause fin dal primo grado di giudizio».

Chiara esposizione

Quali sono, allora, i punti da regolamentare che la legge delega al Governo? Nell’atto di citazione i fatti e gli elementi di diritto che costituiscono le ragioni della domanda di cui all’articolo 163, terzo comma numero 4, Cpc, devono essere esposti in modo chiaro. L’atto di citazione indica in modo specifico i mezzi di prova dei quali l’attore vuole valersi e dei documenti che offre in comunicazione. E avvisa che la difesa tecnica è obbligatoria in tutti i giudizi davanti al tribunale (salvo eccezioni ex articolo 86 Cpc) e che la parte può ottenere il gratuito patrocinio. Nella comparsa di risposta il convenuto propone tutte le difese e prende posizione sui fatti posti dall’attore a fondamento della domanda, anche qui in modo chiaro e specifico. E indica i mezzi di prova di cui intende valersi e i documenti che offre in comunicazione. Entro «un congruo termine» prima dell’udienza di comparizione a pena di decadenza, l’attore può proporre le domande e le eccezioni che sono conseguenza della domanda riconvenzionale o delle eccezioni del convenuto. E chiedere di essere autorizzato a chiamare un terzo, se l’esigenza è sorta dalle difese del convenuto, oltre che precisare e modificare le domande, le eccezioni e le conclusioni già formulate e, pena la decadenza, indicare i mezzi di prova e le produzioni documentali. Nel corso dell’udienza di comparizione le parti devono presenziare personalmente ai fini del tentativo di conciliazione previsto dall’articolo 185 Cpc, mentre l’assenza senza giustificati motivi è valutabile dal giudice ai fini dell’articolo 116, secondo comma, Cpc. Il giudice provvede sulle richieste istruttorie all’esito dell’udienza, predisponendo il calendario del processo e disponendo che l’udienza per l’assunzione delle prove sia fissata entro novanta giorni.

Incentivi Adr

Riordinati, infine, gli incentivi fiscali per le alternative dispute resolution delle procedure stragiudiziali di risoluzione delle controversie come mediazione, negoziazione assistita e arbitrato. Aumenta la quota di esenzione dall’imposta di registro. Il credito d’imposta commisurato al compenso dell’avvocato che assiste la parte nella mediazione rientra nei limiti dei parametri forensi. E scatta un ulteriore bonus se si arriva all’accordo di mediazione, ragguagliato al contributo unificato da versare nel giudizio estinto. Sì al gratuito patrocinio nella negoziazione assistita oltre che nella mediazione. Sulla copertura servirà un parere della commissione bilancio.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Meno vincoli della privacy per l’utilizzo delle nuove tecnologie in chiave antievasione. La deleg...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il green pass diventa obbligatorio per quasi 20 milioni di lavoratori. Da metà ottobre per acceder...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha preso il via il digital tour di Imprese vincenti 2021, il programma di Intesa Sanpaolo per la va...

Oggi sulla stampa