Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Torri Telecom, Ei Towers (Mediaset) si prepara per l’asta

Ei Towers si affaccia sul dossier Inwit. La società di cui è socia Mediaset con il 40% ha incominciato a fare i conti e ragionare su un possibile schema attorno al quale costruire un’operazione d’investimento. Al centro della partita ci sono appunto i futuri assetti dell’operatore numero uno nel settore delle torri per la trasmissione del segnale per le telecomunicazioni, il cui azionista con il 60%, Telecom Italia, ha annunciato che vorrebbe ridurre l’impegno nel capitale. Entro novembre è previsto l’avvio dell’asta con la regia di Deutsche bank. Una partita che comunque potrebbe anche scontare ritardi o revisioni rispetto ai progetti iniziali, condizionati dall’investimento a sorpresa del francese Xavier Niel. Ma anche dalle misure prese dal board Telecom di giovedì 5 che ha proposto ai soci la conversione delle azioni di risparmio in ordinarie È infatti possibile che del dossier Inwit si riparli ancora a metà dicembre, data in cui è convocata l’assemblea straordinaria che dovrà approvare la conversione.
Intanto gli operatori studiano il dossier, visto che Inwit, con le sue 11.500 torri, è un’occasione unica di consolidamento. L’operazione è stata impostata dall’amministratore delegato di Telecom, Marco Patuano, che ha sempre sostenuto di non vedere «la necessità di mantenere una percentuale di controllo» spiegando che a Telecom interessano solo «alcuni elementi di governance». Ei Towers si prepara. Inwit in Borsa pesa 2,7 miliardi e se l’incumbent vendesse la metà (ma potrebbe essere di più) della sua quota, l’investitore dovrebbe mettere sul piatto circa 800 milioni, più un premio. Cifre importanti, anche se non impossibili per la società guidata da Guido Barbieri che a primavera aveva tentato l’affondo sulle antenne della quotata Rai Way. Mettendo in conto un investimento per l’appunto di 860 milioni. Mediaset alle aggregazioni ha sempre creduto. «Quando il processo partirà, Ei Towers valuterà con estrema attenzione l’operazione e bilancerà gli aspetti strategici con quelli finanziari», ha spiegato Barbieri agli analisti venerdì scorso, durante la presentazione dei contri del terzo trimestre. Dipenderà poi da quali forze schiererà la spagnola Cellnex che in Italia ha comprato le torri Wind. E che nella partita Inwit ha trovato un alleato nel fondo F2i.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vogliono trasformare Wall Street nella loro foresta di Sherwood. E per mantenere la promessa di rub...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il cloud sovrano dove migrare i dati informatici della Pubblica amministrazione sarà gestito solo ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se fosse ancora necessario, nelle prossime settimane dal palazzo più importante della giustizia it...

Oggi sulla stampa