Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Titolare effettivo più semplice

Quando il titolare effettivo non è individuabile in uno o più soci esso potrà essere identificato negli amministratori che hanno la legale rappresentanza dell’ente. L’accesso al registro dei titolari effettivi sarà aperto al pubblico. Con decreto Mef di istituzione del registro dei titolari effettivi saranno individuati gli istituti e soggetti giuridici affini al trust che dovranno essere iscritti al registro. Sono alcune delle principali novità traibili dallo schema di decreto legislativo recante modifiche e integrazioni al dlgs 231/07, come modificato dal dlgs n. 90/2017 concernente la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo (si veda ItaliaOggi del 23/3/2019). Lo schema di decreto finalizzato da un lato a recepire la direttiva Ue 2018/843 e dall’altro a correggere ed integrare le disposizioni del dlgs 90/2017 con il quale fu recepita la quarta direttiva (dir. Ue 2015/849), è stato inserito in consultazione sul sito del Mef fino al 20 aprile 2019.La semplificazione in tema di titolare effettivo. Ad oggi, nei casi in cui il titolare effettivo di una società di capitali non sia individuabile in uno o più soci ai sensi dei commi 2 e 3 dell’art. 20, il comma 4 dello stesso articolo chiede, in via sostitutiva, di individuarlo nella persona fisica o nelle persone fisiche titolari dei poteri di amministrazione o direzione della società. Tali previsioni inducevano i destinatari della normativa (banche, società di revisione, professionisti ecc.) a individuare, in particolare, nelle società a partecipazione diffusa e nelle coop, il titolare effettivo in tutti i membri del cda (a volte anche da 10 a 15 soggetti).

Ora, opportunamente, il suddetto comma 4 verrebbe modificato consentendo l’individuazione del titolare effettivo anche solo nei titolari di funzioni di «rappresentanza legale», cioè unicamente in quei soggetti del cda (di norma il presidente ed eventualmente l’amministratore delegato) che hanno il potere di rappresentanza della società.

Accesso al pubblico al registro dei titolari effettivi. Come espressamente previsto nella V direttiva (art. 30) viene previsto, che l’accesso al registro dei titolari effettivi oggi concesso oltre che alle autorità competenti (Mef, Dia, Gdf ecc.) ai soggetti obbligati a supporto degli adempimenti prescritti in occasione dell’adeguata verifica (art. 22, comma 2 del dlgs 231/2007), venga aperto anche «al pubblico», dietro pagamento di specifici diritti di segreteria. L’accesso consentirà l’acquisizione di una serie di notizie sul titolare effettivo che oltre al nome ed al cognome riguardano il mese e l’anno di nascita, al paese di residenza ed alla cittadinanza del titolare effettivo (o dei titolari effettivi) di società ed enti. In esso saranno traibili anche le situazioni in virtù delle quali il titolare effettivo è ritenuto tale (cioè per dirlo con la direttiva la natura ed entità dell’interesse beneficiario detenuto).

Le disposizioni demandate a futuri decreti Mef. Ad un futuro decreto del ministero della giustizia di concerto con il Mef saranno demandati i criteri, in base ai quali sono individuati i trust espressi (di cui alla legge 364/1989) e gli istituti e i soggetti giuridici che, per assetto e funzioni, sono considerati affini ai trust di cui sopra.

Con ulteriore decreto (in questo caso quello che istituirà il registro dei titolari effettivi), verranno previste le modalità attraverso le quali i destinatari della normativa segnaleranno al registro eventuali incongruenze rilevate fra le informazioni relative alla titolarità effettiva, consultabili nel predetto registro e le informazioni sulla titolarità effettiva acquisite nell’ambito dell’attività di adeguata verifica.

Luciano De Angelis

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il colosso cinese Huawei non compare nella lista dei fornitori ammessi alla gara indetta da Tim e pa...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Tutti sulla nuvola a caccia dell’oro del secolo: i dati. Come custodirli, in sicurezza. E scambiar...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rinvio al 30 settembre del termine per l'approvazione dei bilanci di previsione 2020-2022 e della sa...

Oggi sulla stampa