Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Telecom, BlackRock risale al 10%

Il Cade dà 18 mesi di tempo a Telefonica per risolvere il problema della sovrapposizione con Telecom. L’Antitrust brasiliano ha concesso ad Alierta il massimo del tempo regolamentare per uscire da Telco-Telecom o cedere il 50% della “sua” Vivo. «La verità è che non decideremo nulla fino a quando la questione non sarà discussa e decisa in Italia», ha dichiarato il ministro delle Comunicazioni brasiliano, Paulo Bernardo, in merito al futuro di Tim Brasil. In teoria, la soluzione potrebbe passare da una fusione tra Vivo e Tim Brasil, che di fatto si risolverebbe in uno spezzatino, poichè l’unione tra i primi due operatori mobili del Paese provocherebbe lo sforamento dei limiti antitrust. Ma Telecom ha ribadito anche recentemente di non avere alcuna intenzione di svendere la controllata carioca e far quadrare i conti a riguardo è tutt’altro che scontato: chi pagherebbe un premio per poi vanificarlo con la spartizione? Sul possibile spezzatino di Tim tra i concorrenti su piazza – Oi, America Movil e Telefonica – il ministro brasiliano ha spiegato: «Prima abbiamo bisogno di sapere come verrebbe fatta l’operazione. Ma se a Telefonica non è consentito prendere nessuna decisione su Tim, in che modo è autorizzata a discutere una possibile divisione?».
Tra conti e controconti, è intanto assodato che BlackRock – secondo i criteri della Sec, ha superato il 10% di Telecom, cosa che in teoria potrebbe consentire a Telefonica di acquistare azioni Telecom anche al di fuori di Telco. Magari tramite un derivato, gli spagnoli, che hanno già in trasparenza una quota del 14,78%, potrebbero prenotare un pacchetto dello 0,22%, che consentirebbe loro di scavallare la soglia del 15% e di mettersi al riparo definitivamente dalla minaccia della riforma dell’Opa modello Mucchetti. Tra l’altro Telefonica non dovrebbe neppure comunicarlo alla Consob, fintanto che esiste Telco che, col 22,4%, ha la prossima soglia informativa al 25%. La forte attività sulle opzioni Telecom, registrata in questi giorno, sembrerebbe però avere origine nel mercato che scommette su scenari speculativi post-assemblea.
Per tornare a BlackRock, dunque, dopo aver comunicato il 9 dicembre alla Sec di avere il 10,14% di Telecom (convertendo e altri strumenti inclusi), valere dal 29 novembre, ed avere poi il 16 dicembre rettificato il dato al 9,97%, ha fatto ulteriori acquisti grazie ai quali ha effettivamente superato il 10%, salendo al 10,12% (sempre con la metrica Sec e non Consob). Il fondo Usa ha precisato ieri di non essere tenuto a comunicare alla Sec il possesso al 16 dicembre e di dover indicare semmai il superamento del 10%, se sarà ancora così, a fine anno.
Infine, da segnalare la presa di posizione dei sindacati di settore sulla latitanza del Governo nella vicenda Telecom. «L’intervento del Governo per far ritirare prima l’emendamento di modifica della legge sull’Opa e dichiararlo poi inammissibile dimostra la non estraneità dello stesso a quanto sta accadendo in Telecom e autorizza a pensare che l’accordo raggiunto tra i soci Telco il 24 settembre era conosciuto e condiviso da parte dell’esecutivo – ha sottolineato il segretario generale di Slc Cgil, Massimo Cestaro – Il Governo si assumerebbe la responsabilità di decretare la fine di Telecom a favore della nascita di un gruppo (fusione con Telefonica, ndr) con 100 miliardi di debiti e interesse nullo a investire in Italia».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vasto entusiasmo ha suscitato la recente pronunzia della Corte di Giustia Ue, con la conferma del gi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha scelto la giornata delle donne Mario Draghi per il suo secondo discorso pubblico da presidente de...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le obbligazioni assunte nell’esercizio dell’attività d’impresa o professionale, per «nozione...

Oggi sulla stampa