Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Tasse spontanee

Nella lotta all’evasione fiscale l’arma è potenziare l’adempimento spontaneo del contribuente. Ne è convinta la commissione finanze del senato che ha concluso i lavori sull’indagine conoscitiva nei rapporti fisco-contribuenti i cui risultati che saranno resi noti nelle prossime settimane, ItaliaOggi è in grado di anticipare.

Nel documento si legge infatti che «sotto tale punto di vista si è registrato un cambio di indirizzo importante che si sintetizza nella volontà di aumentare l’adempimento spontaneo dell’obbligazione tributaria dotando l’amministrazione finanziaria di strumenti per collaborare con in contribuenti e, nello stesso tempo, prevedendo snellimenti e semplificazioni delle procedure e degli adempimenti». Per la commissione l’obiettivo può essere conseguito con la progressiva digitalizzazione delle informazioni e la connessa informatizzazione dei processi che fornirebbero un contributo essenziale e, in prospettiva, decisivo. «rimane peraltro», scrivono in commissione, «ancora non implementata a sufficienza la interoperabilità delle banche dati gestite dai vari soggetti operanti nel campo tributario, Agenzie, Guardia di finanza, Dipartimento delle finanze, Equitalia, Sogei, enti impositori, che rappresenta un potente deterrente dell’evasione fiscale».

In tale cambio di indirizzo, fanno notare i senatori nella loro relazione conclusiva, «si inseriscono le nuove norme sull’elusione fiscale e la certezza del diritto, il tutoraggio delle imprese di maggiori dimensioni, il nuovo regime dell’interpello e il ruling internazionale».

Per la commissione il punto decisivo di tale strategia è che essa non è alternativa alla lotta e al contrasto dell’evasione fiscale: «Essa consente di delimitare meglio il campo», si legge nel documento, «di rafforzare i comportamenti virtuosi, di sostenere coloro che, per obiettive difficoltà economiche hanno necessità di rinviare e dilazionare il versamento, di semplificare gli adempimenti per utilizzare strumenti di adesione e di “conciliazione” con il fisco».

La commissione poi affronta il capitolo degli organi dell’amministrazione dedicati al recupero dell’evasione. In particolare invita l’Agenzia delle entrate a adottare misure in tempi rapidi per assicurarne la piena funzionalità e l’incremento della produttività. «Le due Agenzie fiscali stanno operando in un contesto di grandi trasformazioni tecnologiche, in questo assistite dal partner pubblico Sogei, e hanno dimostrato di possedere le capacità per sviluppare le grandi potenzialità connesse all’utilizzo massiccio delle informazioni digitalizzate, confermando la sostanziale validità dell’assetto giuridico agenziale; allo stesso tempo, occorrerà dedicare particolare attenzione alla formazione e all’aggiornamento delle professionalità acquisite».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Siamo certamente partiti con il piede giusto». Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«L’intervento del Pnrr si colloca nel solco degli sfidanti obiettivi definiti in sede europea e n...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Squadre di lavoro ad hoc per asili e i nuovi “ospedali di comunità”. Si avvia la fase operativa...

Oggi sulla stampa