Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Tassa Airbnb alla Ue

La tassa Airbnb viola potenzialmente il diritto dell’Unione europea. Con questa motivazione il Consiglio di stato ha accolto il ricorso al Tar di Airbnb e dispone la fissazione dell’udienza di merito da parte del Tribunale amministrativo regionale. La decisione riguarda l’ordinanza del Tar del Lazio del 18 ottobre, che aveva respinto la richiesta di sospendere, in via cautelare, il provvedimento dell’Agenzia delle entrate dello scorso 12 luglio, con cui era stato disposto l’obbligo di applicazione della cedolare secca sugli affitti brevi. La Corte, infatti, «considerato che le molteplici questioni dedotte» da Airbnb «in relazione alla paventata lesione del diritto dell’Unione europea, appaiono meritevoli di attento apprezzamento e come tali devono essere approfondite nella più opportuna sede del merito anche in relazione all’eventuale rimessione ai sensi dell’art. 267, par. 2, Tfue». Articolo del trattato sul funzionamento dell’Unione europea che stabilisce il cosiddetto «rinvio pregiudiziale», con cui un giudice nazionale solleva una questione interpretativa su una norma comunitaria alla Corte di giustizia dell’Unione europea. Airbnb tra le motivazioni del ricorso affermava la contrarietà dell’imposta ai principi del diritto europeo, in quanto ostacolo alla libera prestazione dei servizi, ma anche sostenendo la contrarietà alla direttiva comunitaria 1535 del 2015, che prevede una comunicazione preventiva alla Commissione delle regole tecniche riguardanti le società digitali. Soddisfazione da parte dei vertici dell’azienda. «Abbiamo dovuto aspettare ma oggi vediamo finalmente riconosciute le nostre ragioni. Ora tocca al governo cogliere forte e chiaro il messaggio arrivato dal tribunale e dall’Authority, prendendo definitivamente atto che il testo così com’è non funziona e che cerotti messi all’ultimo minuto non faranno che peggiorare la situazione», ha dichiarato Alessandro Tommasi, public policy manager di Airbnb Italia.

Matteo Rizzi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Segnali contrastanti sul fronte Atlantia-Cdp. L’opinione prevalente è che la cordata coagulata in...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non si tratta solo di scegliere una nuova data a partire dalla quale si potrà di nuovo licenziare. ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La proroga del Temporary Framework europeo (il Quadro temporaneo sugli aiuti di Stato) consentirebbe...

Oggi sulla stampa