Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Task force anti-scommesse illecite

di Giovanni Galli  

Al via la task force per potenziare il contrasto al fenomeno della corruzione e delle scommesse illecite nelle competizioni sportive e contro la penetrazione delle organizzazioni criminali nel settore. Come annunciato lo scorso 10 giugno dal ministro dell'Interno Roberto Maroni, ieri al Viminale si è insediata la nuova Unità informativa scommesse sportive (chiamata Uiss), il 'primo livello' della task force.

L'unità si muoverà su due fasi: nella prima partiranno le segnalazioni di puntate sospette; nella seconda gli investigatori delle forze dell'ordine si attiveranno sulla singola scommessa e, se necessario, indagheranno sullo scommettitore. L'obiettivo è evitare, come emerso anche dagli interrogatori dell'inchiesta di Cremona, che alla procura della Figc arrivino denunce di sospette combine che poi la Federcalcio non sia in grado di approfondire e verificare in modo preciso e rapido. Fanno parte della Uiss i rappresentanti delle Forze di Polizia, del Coni, dell'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, della Figc e dell'Unire, oltre a due esperti di nomina ministeriale. Spiega il ministero, che la struttura opererà presso il Dipartimento della pubblica sicurezza ed sarà presieduta dal vice direttore generale della Pubblica sicurezza-Direttore centrale della Polizia criminale. La Uiss dovrà monitore e analizzare i dati pervenuti dagli organismi preposti all'organizzazione, alla gestione e al controllo delle manifestazioni sportive (Coni e Ficg) e avrà poteri di proporre «idonee strategie preventive e di contrasto, anche nell'ambito della cooperazione internazionale di polizia, per combattere i fenomeni illeciti nel settore delle scommesse». Costituito inoltre, presso il Dipartimento della pubblica sicurezza, il Gruppo investigativo scommesse sportive (Giss), il 'secondo livello' della task force. Ne fanno parte la Direzione investigativa antimafia (Dia), il Servizio centrale operativo (Sco) della polizia, il Raggruppamento operativo speciale (Ros) dei Carabinieri e il Servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata (Scico) della Guardia di Finanza. Il Giss avrà il compito di «svolgere i necessari approfondimenti investigativi delle notizie pervenute dall'Unità informativa scommesse sportive». 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

TORINO — La produzione della 500 elettrica ferma i contratti di solidarietà nel polo torinese, tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non deve essere imputata la società unipersonale. Non sulla base del decreto 231. In questo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora al palo la corsa agli aumenti di capitale agevolati dall’articolo 26 del Dl 34/2020...

Oggi sulla stampa