Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Taglio cedola, Olanda in pole

Al di fuori dell’Italia le banche olandesi sono le prime a seguire le indicazioni della Bce sul ritiro delle cedole. Abn Amro ha rinviato il pagamento del dividendo 2019 e si aspetta di chiudere il primo trimestre in rosso. Nel mese di agosto non sarà quindi pagato l’acconto sul dividendo 2020, come previsto in precedenza. Il dividendo annuale di 0,68 pence rimarrà invariato, ma il pagamento sarà subordinato alla risoluzione della crisi sanitaria. Quanto alla perdita attesa, Abn Amro ha previsto che il 2020 presenterà un rischio «nettamente superiore rispetto al costo complessivo del range di 25-30 punti percentuali. Oltre alla perdita incidentale di Abn Amro Clearing, ci aspettiamo una chiusura in rosso da record per il primo trimestre».

Anche Ing non pagherà l’acconto sul dividendo relativo al 2020 e valuterà i successivi pagamenti dopo il 1° ottobre. «Sebbene siamo ben capitalizzati e ci sforziamo di garantire ai nostri fornitori un rendimento interessante», ha commentato l’amministratore delegato Ralph Hamers, «riteniamo sia prudente seguire le raccomandazioni della Bce quanto alla retribuzione dei dividendi, in modo tale da garantirci una maggiore flessibilità per sostenere i nostri clienti e la società in questo momento di crisi e collaborare con i governi e le autorità per favorire la ripresa».

Bank of Ireland, inoltre, ritirerà il dividendo annuale, mentre il mese scorso aveva annunciato di voler pagare una cedola di 17,50 centesimi di euro. L’istituto valuterà la remunerazione agli azionisti in futuro e ha precisato di essere entrato nel 2020 mantenendo una solida posizione finanziaria e una buona base di capitale.

Anche il consiglio di amministrazione di Kbc ha deciso di ritirare la proposta di un dividendo pari a 2,50 euro ad azione. L’istituto belga ha anche disposto l’annullamento del programma di riacquisto di azioni per 5,5 milioni di titoli.

Secondo gli analisti di Citi anche le banche francesi dovrebbero sospendere il pagamento delle cedole «nonostante la loro posizione patrimoniale e il buffer regolamentare».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ultimo miglio con tensioni sul piano italiano per il Recovery Fund. Mentre la Confindustria denuncia...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le diplomazie italo-francesi sono al lavoro con le istituzioni e con le aziende di cui Vivendi è un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La tempesta del Covid è stata superata anche grazie alla ciambella di salvataggio del credito, ma o...

Oggi sulla stampa