Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Super ammortamento esteso

Super ammortamento del 140% anche per macchine utensili e impianti per la realizzazione di prodotti attraverso la trasformazione di materiali e materie prime. Entrano nuovi beni strumentali nell’agevolazione fiscale prevista per incentivare gli investimenti che consente a imprese e professionisti di usufruire di una maggiorazione del 40% del costo di acquisto del bene, per ottenere ai fini della determinazione Ires e Irpef, un’imputazione di quote di ammortamento e canoni di locazione finanziaria più elevata. L’estensione è stata prevista da uno degli emendamenti al ddl Bilancio 2017, che modifica l’art. 3 in cui è contenuto l’elenco dei beni strumentali ammessi al super ammortamento, approvati ieri dalla commissione bilancio della camera, al termine di una maratona notturna. Il provvedimento comprensivo dei numerosi emendamenti approvati nei giorni scorsi (si veda ItaliaOggi di ieri e del 23/11), sarà discusso a partire da oggi in aula. Con una dotazione di 1 milione di euro per l’anno 2017 è stato anche istituito il Fospe, fondo di solidarietà per il settore pesca (art. 35 bis). Pensato per garantire continuità al reddito dei lavoratori del comparto ittico, il fondo sarà creato, con decreto del ministro del lavoro, presso l’Inps, e alimentato da contribuzione volontaria ripartita tra datori di lavoro e lavoratori in misura pari a, rispettivamente, due terzi e un terzo. Confermate le agevolazioni fiscali previste per i trasferimenti di proprietà, a qualsiasi titolo, di fondi rustici nei territori montani finalizzati all’arrotondamento della proprietà contadina. In particolare i trasferimenti dei fondi in questione continueranno a godere dell’esenzione dalle imposte catastali mentre l’imposta di registro e quella ipotecaria resteranno in misura fissa. Rifinanziate anche per il 2017, con 1 milione di euro, le azioni di promozione all’estero e per l’internazionalizzazione delle imprese italiane gestite dal ministero per lo sviluppo economico nell’ambito del piano straordinario per la promozione del made in Italy. Prevista, inoltre, la nomina di un commissario straordinario per la liquidazione della società Expo 2015.

In materia di enti previdenziali due emendamenti introducono da un lato il limite massimo di 50 membri elettivi nell’organo di indirizzo generale delle casse previdenziali dei liberi professionisti e, dall’altro, il compito per la commissione parlamentare di controllo sulle attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale, di segnalare ai ministeri vigilanti le situazioni di disavanzo economico-finanziario apprese nell’esercizio delle funzioni. Garantita, infine, la continuità delle attività di ricerca: gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) e gli istituti zooprofilattici sperimentali (Izs) potranno continuare ad avvalersi del personale addetto alla ricerca, assunto con contratti flessibili, in servizio alla data del 31 dicembre 2016, in deroga a quanto disposto dal Jobs Act.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa