Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Su Unicredit l’opzione Deutsche Bank

MILANO — Il rimescolamento nell’azionariato di Unicredit è piaciuto alla Borsa. Il blitz del Pamplona global financial fund è valso un rialzo del 4,67% ai titoli di Piazza Cordusio. Si è intanto chiarito meglio il contorno dell’operazione e anche i dettagli degli accordi del fondo londinese, di proprietà russa, con Deutsche Bank che ha finanziato in parte l’acquisto del 5,01% di Unicredit. Quota che fa di Pamplona il secondo azionista privato della banca. Il fondo aveva già una quota dell’1,9% di Piazza Cordusio accumulato in occasione dell’ultimo aumento di capitale. Dunque l’istituto guidato da Federico Ghizzoni era già da tempo nel radar dei russi. In quanto agli accordi con Deutsche, la banca tedesca ha delle opzioni per rilevare la quota di Pamplona e dalle comunicazioni Consob è emersa l’esistenza di altre «call», con controparti diverse dal fondo britannico, su un ulteriore 1,059% del capitale di Piazza Cordusio, che portano la partecipazione potenziale di Deutsche Bank al 6,07%. Le opzioni, ha spiegato la banca tedesca, sono «regolabili in tranche per consegna fisica o differenziale in denaro a scelta della controparte, in un periodo compreso tra un anno e dieci mesi e due anni dal 26 giugno 2012». Tuttavia Deutsche ha fatto sapere che «in nessun caso nell’esecuzione dell’operazione acquisterà e manterrà azioni UniCredit».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un campanello risuona dalle distillerie americane, riecheggia in Italia e fa scattare l’allarme p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Da grande rimossa nel dibattito pubblico a emergenza. La pensione di garanzia dei giovani torna sul...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dal 12 novembre scorso, per effetto del Dl Antifrodi 157/2021 (articolo 1), il visto di conformità...

Oggi sulla stampa