Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Una stretta sul titolare effettivo

Sanzioni fino ad 80 mila euro per chi non provvede ad acquisire i dati del cliente o del titolare effettivo. Sanzione estesa pure a chi compie la prestazione senza aver provveduto all’adeguata verifica, e anche in caso di mancato rispetto degli obblighi di conservazione dei dati e dei documenti. Le stesse potranno essere triplicate per violazioni gravi, ripetute, sistematiche o plurime.

Previsti, inoltre organismi di autoregolamentazione per i professionisti e adeguata verifica anche per il titolare effettivo. Sono queste, in estrema sintesi le principali novità della bozza del decreto legislativo di recepimento della delega prevista dall’art. 15 della legge 170/2016 recante «Delega al governo per il recepimento delle direttive europee». La bozza di decreto è stata posta ieri in pubblica consultazione sul sito del Mef.

Il nuovo decreto di riforma del dlgs. 231/07. Dallo schema di decreto per il recepimento dell’attuazione della direttiva (Ue) 2015/849 del Parlamento europeo e del Consiglio (c.d. IV Direttiva Amld), uscirà il nuovo volto del dlgs 231/07. Il testo è attualmente in consultazione sul sito della Direzione V del Dipartimento del Tesoro, a cui dovranno essere rivolte le osservazioni fino al prossimo 20 dicembre (mediante e-mail all’indirizzo: dt.antiriciclaggio@tesoro.it). Da un primo esame del testo si evidenzia un nuovo sistema sanzionatorio amministrativo per le diverse tipologie di violazioni, nel quale scompaiono le sanzioni calcolate in percentuale, che saranno modulate fra un minimo e un massimo (vedi tabella). Si segnala, in particolare, la possibilità di ricorrere, anche per il professionista all’oblazione di cui all’art. 16 della l. 689/81, nel caso di mancate comunicazioni di irregolarità sui contanti.

Il nuovo titolare effettivo. La nuova e più puntuale definizione di «titolare effettivo» individua la persona fisica o le persone fisiche, diverse dal cliente, nell’interesse della quale o delle quali, in ultima istanza, il rapporto continuativo è instaurato, la prestazione professionale è resa o l’operazione è eseguita o, se il cliente è societario le persone fisiche che, in ultima istanza, possiedono o esercitano il controllo diretto o indiretto sul cliente.

Fra i soggetti obbligati agli adempimenti antiriciclaggio, nella categoria dei professionisti, vanno ora ricompresi anche i commercialisti, consulenti del lavoro, notai ed avvocati nell’espletamento, dell’incarico di curatore fallimentare e commissario giudiziale nelle procedure concorsuali di cui al R.D. n. 267/42 e succ. mod. con riferimento al fallito e alle parti in causa. A questi si aggiungono, poi i revisori legali e le società di revisione con (o senza) incarichi di revisione su enti di interesse pubblico o sottoposti a regime intermedio.

Introdotti dal decreto gli «organismi di autoregolamentazione» che esercitano la funzione di controllo e di verifica del rispetto delle norme antiriciclaggio da parte dei professionisti iscritti nei propri albi ed elenchi. Essi ricevono le segnalazioni di operazioni sospette da parte dei propri iscritti, per il successivo inoltro alla Uif. Gli organismi, inoltre, irrogano sanzioni disciplinari a fronte di violazioni gravi o reiterate o sistematiche o plurime degli obblighi cui i propri iscritti sono assoggettati e comunicano annualmente al Mef i dati attinenti il numero dei procedimenti disciplinari avviati o conclusi dagli ordini territoriali.

A fronte della scomparsa dell’archivio unico sono stabiliti dettagliati «Obblighi di conservazione» dei documenti, dati e informazioni utili all’espletamento di indagini su operazioni di riciclaggio, reati ad esso presupposti e attività di finanziamento del terrorismo. Difatti i soggetti obbligati devono conservare copia, in formato cartaceo o elettronico, purché non modificabile, dei documenti acquisiti in occasione dell’adeguata verifica della clientela e l’originale ovvero copia avente efficacia probatoria delle scritture e registrazioni inerenti le operazioni al fine di ricostruire: data di instaurazione del rapporto o dell’incarico.

Luciano De Angelis e Christina Ferriozzi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Anche Mediobanca si allinea al trend generale del credito e presenta risultati di tutto rilievo, bat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Gruppo Arvedi rivendica, oltre al completo risanamento di uno dei siti più inquinati d’Italia ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il premier Mario Draghi ha un’idea verde per la siderurgia italiana, che fa leva sui miliardi del ...

Oggi sulla stampa