Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Stretta di Bankitalia sui movimenti in contanti

A partire da settembre si rafforzerà il potere d’indagine dell’Unità di informazione finanziaria sui movimenti in contanti. Lo ha spiegato ieri, in occasione della presentazione del sesto Rapporto annuale, il direttore Claudio Clemente: «Ci verranno segnalati i soggetti che effettuano, nel corso di un mese, operazione di prelevamento o versamento di più di diecimila euro». Si tratta di attività che potevano fino ad oggi sfuggire alle segnalazioni di operazioni sospette (le sos) che le banche fanno obbligatoriamente all’autorità indipendente nata sotto l’egida della Banca d’Italia. «Il contante di per sè non è fonte di segnalazioni sospette», ha spiegato Clemente, sottolineando però come il nuovo strumento di indagine che la quarta direttiva sull’antiriciclaggio ha affidato alla Uif spingerà banche, Poste e altri intermediari finanziari «a comunicarci tutto quello che sanno» su chi movimenta tante banconote.

L’indagine, che a settembre riverserà decine di milioni di dati alla Uif, non darà invece visibilità sul denaro tenuto nelle cassette di sicurezza. L’anno scorso, secondo il Rapporto Uif, l’operatività in contante s’è attestata sui 204 miliardi (-3% sul 2017; 192 miliardi di versamenti e 12 di prelievi), con un trend in calo dato dal diffondersi di strumenti alternativi di pagamento.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Commissione europea ha avviato un’indagine formale antitrust per valutare se l’uso di Amazon ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nessuna esenzione per l'imposta di bollo dovuta dalle start up innovative e dagli incubatori certifi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La questione del big data, ossia dell’uso dei dati di mercato da parte delle imprese, soprattutto ...

Oggi sulla stampa