Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Stragiudiziale non solo ai legali

Introduzione della possibilità da parte degli avvocati di poter costituire società multidisciplinari e di far partecipare anche i soci di capitali non professionisti. Sopprimendo così le disposizioni attuali che limitano la partecipazione degli avvocati alle stesse società multidisciplinari (articolo 10 della legge n. 283/2011).

Eliminazione della previsione per cui l’attività di consulenza legale e di assistenza stragiudiziale, ove connessa all’attività giurisdizionale, sia di competenza dei soli avvocati (articolo 2, 6 comma, della legge n. 247/2012). Tali attività potranno essere svolte anche da altri professionisti, come peraltro attualmente accade per esempio, in materia contabile, tributaria e amministrativa. Soppressione delle limitazioni territoriali legale al domicilio del professionista nel caso di costituzione di associazioni professionali in quanto limita lo sviluppo delle associazioni multidisciplinari tra professionisti che esercitano la propria attività in ambiti territoriali diversi. Abrogazione del divieto dell’avvocato di aderire a più associazioni in quanto costituisce una restrizione alla libera iniziativa economica. Eliminazione dell’obbligo da parte dell’avvocato di fornire il preventivo solo «a richiesta del cliente». Rimozione del divieto di pattuire compensi pro quota lite ed eliminazione di ogni ruolo degli ordini circondariali nella determinazione del compenso nelle controversie tra cliente e avvocato. Queste alcune delle importanti novità sul fronte della riforma dell’ordinamento forense (legge n. 247/2012) contenute nel disegno di legge sulla concorrenza del ministero dello sviluppo economico che l’esecutivo punta a varare prima della pausa natalizia e di cui ItaliaOggi aveva anticipato già parte dei contenuti l’11 ottobre scorso. Il ddl composto da dodici disposizioni normative sarà diviso in distinte sezioni. Ciascuna sezione conterrà le norme di immediata applicazione, una o più deleghe al governo per l’emanazione di decreti legislativi, l’autorizzazione all’adozione di regolamenti, decreti ministeriali e altri atti e le disposizioni recanti i princìpi fondamentali nel rispetto dei quali le regioni e le province autonome esercitano le proprie competenze normative, quando vengano in rilievo profili attinenti alla tutela della concorrenza e infine le norme integrative o correttive di disposizioni contenute in precedenti leggi per il mercato e la concorrenza, con esplicita indicazione delle norme da modificare o abrogare.

Notai. Modifica della disciplina della professione notarile contenuta nella legge n. 89/1913. In particolare dell’articolo 147 della legge n. 89/1913 che qualifica come «illecita concorrenza» tra i notai perseguibile con sanzione disciplinare, la possibilità di effettuare «riduzioni di onorari, diritti e compensi», di servirsi dell’opera di procacciatori di clienti. Si tratta, si legge nella relazione al disegno di legge della concorrenza, di una previsione che mantiene ingiustificate forme di controllo, da parte dell’ordine, sulla libertà dei professionisti di organizzare la propria attività, con esplicito riferimento alla determinazione dei compensi per le attività professionali, ciò a fronte della liberalizzazione intervenuta a partire dal decreto legge n. 223/206 convertito nella legge 4 agosto 2006 n. 248 e da ultimo ribadita dal dl n. 1/2012.

Sanità. Aumento della possibilità di scelta dei pazienti in termini di luogo di cura e medico, contestualmente alla trasparenza sull’affidabilità delle strutture sanitarie. Anche il settore delle farmacie, sarà oggetto di provvedimenti al fine di incrementare il livello di concorrenza.

Comunicazioni. Per lo sviluppo di reti di nuova generazione e dei servizi digitali, verranno prefissati specifici traguardi intermedi, secondo quanto previsto dall’agenda digitale. Verranno previste misure volte a garantire l’utilizzo efficiente dello spettro radioelettrico.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

In anticipo su alcuni aspetti, ad esempio lo smaltimento dei crediti in difficoltà; in ritardo su a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le materie prime – soprattutto l’oro e il petrolio – sono tornate a regalare soddisfazioni all...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Apprezzamento unanime» per i dati di bilancio e conferma del sostegno all'amministratore delegato...

Oggi sulla stampa