Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Stp incluse tra i soggetti beneficiari

Le società tra professionisti, quali soggetti che producono reddito d’impresa, possono fruire del credito d’imposta anche per gli investimenti Industria 4.0, anche se esercitano un’attività professionale. Lo ha precisato l’Agenzia delle entrate nell’interpello n. 600 dello scorso 16 settembre, sciogliendo il dubbio sorto in seguito alla sentenza della Corte di cassazione 17 marzo 2021, n. 7407, che aveva qualificato il reddito delle società tra professionisti come reddito d’impresa o di lavoro autonomo in virtù dell’effettiva organizzazione del lavoro. L’Agenzia conferma la propria linea interpretativa (si veda rm n. 35/E/2018), in base alla quale le società tra professionisti producono reddito d’impresa in quanto soggetti che adottano uno dei modelli societari previsti per le attività d’impresa, essendo del tutto irrilevante lo svolgimento di un’attività professionale. Pertanto, trattandosi di «imprese» ai fini fiscali, tali soggetti possono fruire del credito d’imposta anche per gli investimenti in beni Industria 4.0. In merito a tale aspetto, l’Agenzia delle entrate, nella circolare n. 9/E/2021, aveva già precisato che «si collocano, nell’ambito della categoria delle imprese beneficiarie le Stp titolari di reddito d’impresa, con la conseguenza che, al pari di tali soggetti, possono avvalersi sia del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali materiali e immateriali 4.0 (commi 1056, 1057 e 1058 della legge di bilancio 2021), sia del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali materiali e immateriali ordinari (commi 1054 e 1055 della legge di bilancio 2021)». Inoltre, è stato ribadito che la «società tra avvocati» (costituita ai sensi dell’art. 16 del dlgs 2 febbraio 2001 n. 96) realizza reddito di lavoro autonomo, in quanto tale modello societario non è riconducibile a quelli delle società commerciali di persone e di capitali disciplinate dal codice civile (rm 28/5/2003 n. 118), con la conseguenza di poter fruire solamente del credito d’imposta ordinario e non anche di quello «maggiorato» per i beni «Industria 4.0».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Dopo Google, anche Facebook firma un accordo che apre la strada alla remunerazione di una parte del...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se lavori, niente assegno di invalidità. Lo dice l’Inps nel messaggio 3495 del 14 ottobre scorso...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ripensare, allungare, integrare Quota 102-104, eredi di Quota 100, per anticipare la pensione: tutt...

Oggi sulla stampa