Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Stp con reddito da autonomi

Società tra professionisti con reddito di lavoro autonomo. Le regole per la tassazione degli utili prodotti dalle Stp seguiranno quelle già previste per gli studi associati. L’imposizione si avrà quindi in capo ai soci, che riceveranno per trasparenza i profitti in proporzione alle quote di partecipazione. Mentre l’Irap sarà dovuta dalla Stp. È questa una delle norme inserite nel ddl «semplificazioni» oggi all’esame del consiglio dei ministri (si veda ItaliaOggi di ieri). Il chiarimento sulle Stp si conferma dunque in linea con i primi orientamenti dell’Agenzia delle entrate anticipati da ItaliaOggi del 24 aprile 2013.

Ma in materia di professionisti si chiarisce anche che le prestazioni di vitto e alloggio acquistate dal cliente non costituiscono compensi in natura. Al contempo sparisce dall’articolo 54, comma 5 del Tuir la norma secondo cui tali spese sono deducibili al 100% se sostenute dal committente per conto del professionista e da questi addebitate in fattura.

Raddoppia il tetto massimo per conseguire la detraibilità Iva sulle spese di rappresentanza: l’imposta si potrà recuperare sugli acquisti di beni di valore unitario fino a 50 euro, contro i 26 vigenti finora. La soglia viene così allineata a quella prevista dall’articolo 108 Tuir ai fini delle imposte sui redditi. Semplificate le modalità di erogazione ai sostituti d’imposta delle somme dovute per l’assistenza fiscale prestata: sia i rimborsi da dichiarazione ai contribuenti sia il «gettone» statale per il servizio offerto saranno recuperabili tramite compensazione (rispettivamente nel mese successivo al rimborso e alla trasmissione della dichiarazione).

Arriva un’importante semplificazione amministrativa anche per le assicurazioni estere in regime di libera prestazione di servizi. La denuncia dei premi e accessori incassati non sarà più mensile, ma annuale. Il termine è fissato al 31 maggio, analogamente a quanto già avviene per le imprese di assicurazione nazionali.

Confermato lo snellimento delle comunicazioni black-list: pure questo adempimento periodico (mensile o trimestrale) diventerà annuale e saranno escluse dall’obbligo di comunicazione le transazioni di valore unitario fino a 1.000 euro, contro i 500 attuali.

Con riguardo a Equitalia, oltre alla velocizzazione dei rimborsi in conto fiscale, il ddl prevede norme che tutelano maggiormente i contribuenti nel soddisfacimento dei propri crediti risultanti da sentenze. Anche agli agenti delle riscossione si applicheranno le norme sull’esecuzione forzata nei confronti delle p.a. recate dall’articolo 14 del dl n. 669/1996. Inoltre, laddove oggetto del contendere sia il recupero delle spese di lite conseguenti a una pronuncia di condanna, si introduce un passaggio preliminare all’azione esecutiva vera e propria: il contribuente dovrà richiedere alla società di riscossione l’adempimento spontaneo entro 15 giorni.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il titolo Stellantis ha debuttato ieri in Borsa a Milano e Parigi, mettendo a segno un rialzo del 7,...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Entra nel vivo la contesa per il successore di Jean Pierre Mustier, costretto dal cda a lasciare Uni...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La pandemia ha ampliato le disuguaglianze economiche tra i cittadini e l’educazione finanziaria è...

Oggi sulla stampa