Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Stop alle tasse fino all’estate

Stop alle detrazioni solo con le spese tracciabili e rinvii fiscali selettivi. Sospensione delle cartelle fino a fine estate. Prende forma una rivisitazione degli adempimenti fiscali che, però, non ha trovato spazio nelle misure del decreto proroghe, approvato ieri dal consiglio dei miniitri e che, al contrario, sarà inserita nel decreto Sostegni 2. Una delle ragioni è che le misure di rinvio hanno un impatto sul gettito e dunque potrebbero essere sostenute dal nuovo scostamento da 40 mld che il parlamento si appresta a votare.

Ieri il consiglio dei ministri ha iniziato a esaminare il fascicolo «calendario fiscale». In valutazione al momento il nuovo stop delle cartelle che Matteo Salvini ha anticipato durerà fino all’estate. Calendario alla mano al momento i tecnici del ministero dell’economia e di Palazzo Chigi stanno valutando se far cadere la sospensione a fine giugno o concluderla con lo stato d’emergenza al 31 luglio.

Verso il congelamento la norma che prevede per le dichiarazioni 2021 (anno di imposta 2020) la possibilità di detrarre gli oneri (spese mediche, veterinarie, scolastiche) solo se effettuate con pagamenti tracciabili (assegni, carta di credito e bancomat), anche per quest’anno dunque si potrà avere lo sconto fiscale conservando fattura e scontrino rilasciato per i pagamenti in contanti.

Al momento è in valutazione come modulare lo spostamento delle scadenze fiscali del 30 aprile.

Non c’è solo la ripartenza della riscossione e degli accertamenti. La ripartenza della riscossione poi avverrà come scritto in ogni rinvio con notifiche scaglionate per anzianità di atto.

L’ipotesi più plausibile è quella di garantire il rinvio a chi ha subito dei cali di fatturato e quindi operare uno slittamento delle scadenze fiscali selettivo.

Più in salita il percorso di un concordato fiscale per chi ha sempre cali di fatturato e potrebbe in tal modo concordare con il Fisco un piano di versamenti di tasse rateali.

Il 15 giugno è in arrivo anche il primo appuntamento con la web tax italiana, rinviata già due volte, potrebbe subire il suo terzo stop.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

UniCredit apre le trattative sul Monte dei Paschi. Dopo quelle informali dell’ultimo anno, avviat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Anno bianco» dei contributi senza affanno per i lavoratori autonomi associati alla Gestione sepa...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La contribuente che usufruiva del regime dei minimi in Italia e sposta la sua residenza in un altro...

Oggi sulla stampa