Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Stop all’aumento dei pedaggi

Slittano i rincari per i pedaggi autostradali previsti a inizio 2020. L’aumento delle tariffe ai caselli rimarrà fermo fino a 30 giugno 2020. Prorogato anche l’obbligo di pagamento con PagoPa verso le amministrazioni pubbliche. Questi principali rinvii contenuti nell’ultima bozza del decreto milleproroghe. L’obbligo per gli enti pubblici di aderire alla piattaforma PagoPa e quindi consentire ai contribuenti di pagare tributi e multe esclusivamente con il nuovo sistema entrerà in vigore il 30 giugno 2020. Prorogato anche per il 2020 il bonus verde che prevede una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute negli interventi di sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali: l’importo massimo è cinque mila euro con 1.800 euro di detrazione massima.

Nell’ultima versione del decreto viene stabilito anche il rinvio dell’aumento dei pedaggi autostradali «per i concessionari il cui periodo regolatorio quinquennale è pervenuto alla scadenza», che doveva partire dal 2020, legandosi all’aggiornamento dei piani economico-finanziari da perfezionarsi entro e non oltre il 30 giugno 2020.

Estendono poi, anche i termini per la stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione fino al 31 dicembre del 2021.

Con riguardo alla continuità dei vertici dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), il garante della privacy e l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), è stata prorogata al 31 marzo 2020 la continuità dei vertici di Agcom e del garante della privacy ed è stato previsto che in caso di vacanza dell’incarico del presidente dell’Anac «l’esercizio di tutte le funzioni previste dalla legge è attribuito al componente del consiglio con maggiore anzianità nell’ufficio o, in mancanza, al componente più anziano d’età».

In tema di giustizia e difesa, è slittata, dal 31 dicembre 2019 al 30 giugno 2020, l’entrata in vigore delle nuove regole sulle intercettazioni.

Nella seconda parte del decreto, al capo II «Disposizioni urgenti in materia di organizzazione di pubbliche amministrazioni e magistrature» ritornano in campo le norme per la gestione delle carte di identità digitali e l’accesso al servizio Spid, il restyling della Corte dei conti, i commissari straordinari e le disposizioni per il personale delle provincie. In particolare, la Corte dei conti è autorizzata, per il triennio 2020-2022, a bandire concorsi e ad assumere 25 unità, rideterminando dunque l’organico con il numero di 636 unità, di cui 532 consiglieri e referendari, e 10 presidenti di sezione. Via libera al concorso per l’assunzione con uno stanziamento di oltre 3 mln di euro per ciascun anno del triennio 2020-2022.

Inoltre, alle province e ai liberi consorzi che al 30 novembre del 2019 risultano in dissesto finanziario e con un valore negativo del fondo sperimentale di riequilibrio o dei trasferimenti erariali non oggetto di fiscalizzazione corrisposti dal ministero dell’interno, relativi al 2019, venga attribuito un contributo di 4,5 milioni di euro a decorrere dal 2020.

Dentro anche la norma che estende al personale delle province la disciplina delle assunzioni basata sul principio della sostenibilità finanziaria. La norma, introduce criteri che consentono maggiore flessibilità e adeguatezza assunzionale anche alle province. Inoltre sono estese alle province le disposizioni per le assunzioni a tempo determinato previste per i comuni.

Inoltre, la bozza prevede l’assunzione straordinaria di un contingente massimo di 2.319 unità delle Forze di polizia.

Previsto anche, per la presidenza italiana del G20 lo stanziamento di 10 milioni di euro per il 2020, 53 per il 2021 e un milione per il 2022.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il progetto di fusione tra Fiat-Chrysler (Fca) e Peugeot-Citroën (Psa) si appresta a superare uno d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Davanti alle piazze infiammate dal rancore e dalla paura, davanti al Paese che non ha capito la ragi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Erogazioni in crescita l’anno prossimo per Compagnia di San Paolo, nonostante lo stop alla distrib...

Oggi sulla stampa