Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Statuto confidi con recesso soci

La banca d’Italia ammette l’introduzione nello statuto di clausole in materia di recesso dei soci di confidi vigilati. In considerazione delle specifiche esigenze che l’attività propria dei confidi soddisfa, può essere ammessa l’introduzione in statuto di clausole che consentano di recedere in presenza di circostanze che facciano venire meno l’interesse alla partecipazione al confidi, quali, per esempio, l’estinzione del finanziamento garantito o la perdita di validità o efficacia della garanzia. Queste le risposte della banca d’Italia in merito all’applicazione delle disposizioni di vigilanza per gli intermediari finanziari entrate in vigore l’11/7/2015. Ferma restando la necessità di richiedere l’autorizzazione alla riduzione dei fondi propri alla Banca d’Italia (in via preventiva, per un importo massimo determinato o, in presenza di particolari esigenze, in conseguenza della specifica richiesta di recesso), la clausola statutaria di recesso dei soci di confidi vigilati dovrà prevedere che gli organi competenti assumono le proprie determinazioni in ordine a un’eventuale limitazione (anche totale) del rimborso valutando, in particolare la complessiva situazione finanziaria, di liquidità e di solvibilità del confidi, l’importo del capitale primario di classe 1, del capitale di classe 1 e del capitale totale in rapporto ai requisiti di I e II Pilastro. Non sono consentite, ai sensi dell’articolo 2532, comma 1, cod. civ., clausole di recesso parziale. Per i confidi cooperative, in presenza di una causa sia legale sia statutaria di recesso, in conformità a quanto previsto dall’articolo 2535 cod. civ., il prezzo di rimborso è pari al valore nominale delle azioni ed eventualmente del sovrapprezzo versato in sede di sottoscrizione delle azioni (qualora sussista nel patrimonio della società e non sia stato destinato ad aumento gratuito del capitale), detratti gli utilizzi per la copertura di eventuali perdite quali risultanti dai bilanci precedenti e da quello dell’esercizio in cui il rapporto sociale si è sciolto.

Marco Ottaviano

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa