Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Stati Uniti verso un rialzo dei tassi Ma l’incognita è per il 2019

Oggi la banca centrale degli Stati Uniti alzerà, a meno di sorprese, i tassi d’interesse per la terza volta quest’anno, salendo a una forchetta tra il 2 e il 2,25%. La Federal Reserve indicherà poi come probabile un ulteriore aumento entro dicembre. Dietro la mossa c’è un’economia americana che gira a pieno regime: tassi più alti servono a evitare un possibile surriscaldamento. Ormai il ciclo espansivo si avvicina al decimo compleanno, la disoccupazione è prossima ai minimi degli ultimi 50 anni e Wall Street viaggia su quotazioni record. E alcune previsioni parlano di prezzi al consumo in rialzo fino al 2,5% nel 2019. Eppure gli aumenti dei tassi d’interesse non sono per niente scontati, l’anno prossimo. Ed è su questo orizzonte che, oggi, saranno puntati gli occhi di operatori e analisti durante l’intervento del presidente della Fed, Jerome Powell. L’anno prossimo, infatti, molti economisti prevedono un rallentamento della crescita. E i tagli alle tasse di Trump, che hanno sì spinto i consumi, aumentano la pressione sul deficit di bilancio. C’è poi l’escalation sui dazi. Sono tutte questioni che, in un futuro magari non lontano, potrebbero portare la Fed su posizioni più vicine a quelle del presidente Usa Donald Trump, che in un contestato intervento aveva espresso dubbi proprio sul rialzo dei tassi.

Giovanni Stringa

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’anno del Covid si porta via, oltre ai tanti morti, 150 miliardi di Pil. Ma oggi si può dire che...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Forte crescita dell’attività di private equity nei primi due mesi dell’anno. Secondo il dodices...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Goldman Sachs ha riavviato il suo trading desk di criptovalute e inizierà a trattare futures su bit...

Oggi sulla stampa