Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Start-up innovative nel turismo

Qualifica di start-up innovativa anche alle società che hanno come oggetto sociale la promozione dell’offerta turistica nazionale. Dal 2015 anche le imprese turistiche create da persone di età inferiore ai 40 anni potranno godere delle agevolazioni fiscali previste per le società innovative (esenzione dal pagamento imposta di bollo, diritti erariali e tasse di concessione governativa).

In deroga alle disposizioni normative attuali le start-up innovative possono essere costituite anche sotto forma giuridica della società a responsabilità limitata semplificata. Vengono così aggiunti nuovi requisiti per la qualifica delle start-up turistiche rispetto a quanto stabilito dall’articolo 25, comma 2, lettera f), del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221. Queste le novità contenute nell’articolo 11-bis (rubricato start-up turismo) del decreto «Art bonus» (dl n. 83/2014) oramai diventato legge (si veda ItaliaOggi di ieri). Vengono considerate start-up innovative le società che abbiano come oggetto sociale la promozione dell’offerta turistica attraverso l’uso di tecnologie e lo sviluppo di software originali, in particolare, agendo attraverso la predisposizione di servizi rivolti alle imprese turistiche. Tali servizi devono riguardare la formazione del titolare e del personale dipendente, la costituzione e l’associazione di imprese turistiche e culturali, strutture museali, agenzie di viaggio al dettaglio, uffici turistici di informazione e accoglienza per il turista e tour operator di autotrasporto, in modo tale da aumentare qualitativamente e quantitativamente le occasioni di permanenza nel territorio. L’offerta di servizi centralizzati di prenotazione in qualsiasi forma, compresi sistemi telematici e banche di dati in convenzione con agenzie di viaggio o tour operator, la raccolta, l’organizzazione, la razionalizzazione nonché l’elaborazione statistica dei dati relativi al movimento turistico, l’elaborazione e lo sviluppo di applicazioni web che consentano di mettere in relazione aspetti turistici culturali e di intrattenimento nel territorio nonché lo svolgimento di attività conoscitive, promozionali e di commercializzazione dell’offerta turistica nazionale, in forma di servizi di incoming ovvero di accoglienza di turisti nel territorio di intervento, studiando e attivando anche nuovi canali di distribuzione. Qualora le start-up vengano costituite da persone fisiche che non abbiano compiuto il quarantesimo anno di età (all’atto della costituzione), sono esenti dal pagamento dell’imposta di registro, dei diritti erariali e delle tasse di concessione governativa. Al 28 luglio sono 2.392 le start-up innovative iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese. Almeno questo è quanto emerge dalla lettura effettuata da InfoCamere e aggiornata al 28 luglio 2014, dei dati della sezione speciale del registro delle imprese.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un balzo in avanti. In parte previsto, ma che comunque apre una prospettiva diversa rispetto al pess...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Decontribuzione dal 50 al 100% per i lavoratori che usciranno dalla cassa integrazione del settore t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dica la verità, senatrice Bongiorno, ma la Lega vuole davvero i fondi del Recovery che sono legati ...

Oggi sulla stampa