Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Srl, statuti cambiati senza notaio

Dal 22 giugno 2017, chiunque potrà modificare un atto costitutivo di una start up innovativa nella forma di Srl direttamente online e senza l’intervento del notaio. Gli atti modificativi degli atti costitutivi e degli statuti delle startup innovative in forma di Srl potranno, infatti, essere redatti e sottoscritti dai soci con firma digitale collegandosi alla piattaforma startup.registroimprese.it. Tutto questo grazie all’emanazione di un decreto direttoriale del ministero dello Sviluppo economico (in attesa di essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale).

La modulistica sarà sottoscritta dal presidente dell’assemblea e da tutti i soci che hanno approvato la modifica o, se si tratta di società unipersonale, dall’unico socio.

Iscrizione all’agenzia delle entrate e al registro imprese. Il modello standard tipizzato, che modifica l’atto, deve essere registrato fiscalmente all’Agenzia delle entrate. Dopo la registrazione fiscale è necessario iscrivere la startup innovativa al Registro delle imprese e nella sezione speciale delle startup innovative. L’atto modificativo provvisto del numero di registrazione sarà trasmesso, tramite una pratica di comunicazione unica, all’ufficio del Registro delle imprese competente per territorio.

L’ufficio del Registro delle imprese ricevente provvederà a protocollare automaticamente la pratica e avvierà la verifica dei requisiti.

In caso di esito positivo l’ufficio procederà all’iscrizione provvisoria entro 10 giorni dalla data di protocollo del deposito nella sezione ordinaria del Registro delle imprese, con la dicitura aggiuntiva «modifica di atto costitutivo di start-up a norma dell’articolo 4 comma 10 bis del decreto legge 24 gennaio 2015, n. 3, iscritta provvisoriamente in sezione ordinaria, in corso di iscrizione in sezione speciale».

Entro dieci giorni dall’iscrizione provvisoria, l’Ufficio, compiute le verifiche di cui all’articolo 1, comma 2 del decreto legge 24 gennaio 2015, n. 3, iscriverà in sezione speciale la modifica. Al momento dell’iscrizione in sezione speciale, l’ufficio del Registro delle imprese eliminerà la dicitura «iscritta provvisoriamente in sezione ordinaria, in corso di iscrizione in sezione speciale». Il sottoscrittore non dotato di dispositivo di firma digitale può farne richiesta alla Cciaa o ad altro soggetto autorizzato all’emissione.

Servizio assistenza specialistica. Per aiutare gli imprenditori in questo nuovo e importante adempimento è disponibile un servizio gratuito di assistenza, attraverso il quale la Camera di commercio potrà offrire il supporto necessario per la modifica della costituzione della startup, dalla verifica della correttezza del modello fino alla trasmissione della pratica di Comunicazione Unica al Registro delle imprese.

Per usufruire del servizio gratuito di assistenza l’Utente deve aver terminato la compilazione dei due file Xml che costituiscono il modello e aver allegato tutti i documenti eventualmente previsti per la trasmissione al Registro delle imprese.

Il servizio di assistenza verificherà la correttezza formale del modello, dei documenti allegati e delle ulteriori informazioni inserite. L’assistenza non entrerà nel merito delle scelte effettuate delle parti opzionali del modello. Quanto è contenuto nel modello e nelle informazioni inserite per l’iscrizione nel Registro delle imprese è di responsabilità dei contraenti e del presidente dell’assemblea.

Cinzia De Stefanis

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa