Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Srl per tutti i gusti. Più chance di far ricorso alle semplificate

Estesa la possibilità di far ricorso alle srl semplificate, abrogate le srl a capitale ridotto, avvicinamento delle srl minori alle ordinarie. Sono queste le novità apportate dal decreto lavoro nelle disposizioni in tema di srl minori che, peraltro, tornano ad essere integralmente disciplinate nella loro «sede naturale», vale a dire nel codice civile.

L’abrogazione delle srl a capitale ridotto. L’art. 9, del dl n. 76, pubblicato in G.U. n. 150 del 28 giugno 2013 (che quindi dovrà essere convertito in legge entro agosto) ha provveduto ad abrogare i commi 1-2-3 e 4 dell’art. 44 del dl 83/12 (convertito con legge n. 134/2012) con il quale, nel nostro ordinamento era stata introdotta la società a capitale ridotto.

A seguito di detta abrogazione:

1) viene stabilito che tutte le società a capitale ridotto iscritte al 28 giugno 2013 presso il registro delle imprese, saranno riqualificate per legge srl semplificate;

2) tutte le agevolazioni in merito all’accesso al credito (attraverso l’accordo Abi–Mef previsto dall’art. 44, comma 4-bis della legge 134/2012) riconosciute, ad oggi, ai giovani imprenditori che intervengano quali soci in società a capitale ridotto, saranno riconosciute ai soggetti under trentacinquenni delle srl semplificate.

Le nuove srl semplificate. D’ora innanzi, dunque, tutte le srl con capitale inferiore ai 10.000 euro saranno esclusivamente srl semplificate. Ne deriva che:

1) tutte le srl «minori» godranno degli sconti in merito ai diritti di segreteria e all’imposta di bollo e, se verranno costituite con utilizzo degli statuti standard (da ritenersi sempre ammissibile), non saranno tenute a pagare le spese notarili;

2) nessun limite di età sarà previsto per i soci che, comunque, dovranno pur sempre essere scelti fra le persone fisiche. Ovviamente, a questo punto nessun problema andrà a determinarsi quando i soci all’interno della compagine superassero il 35° anno di età. Sarà altresì libera, sempre fra persone fisiche, l’alienazione di quote a soggetti di qualsiasi età nonché i trasferimenti di quote mortis causa;

3) le srl semplificate, potranno nominare quali amministratori soggetti diversi dai soci (quindi si ritiene anche persone giuridiche) purché ciò sia previsto nell’ambito dell’atto costitutivo (art. 2475 c.c.).

Ovviamente, restano confermati gli aspetti connotativi delle srl semplificate e cioè il capitale inferiore a 10.000 euro, la necessità che lo stesso sia versato integralmente in denaro e nelle mani dell’organo amministrativo, la necessità che i soci siano necessariamente persone fisiche, nonché la possibilità di utilizzare lo statuto standard con relativo risparmio di costi in sede costitutiva a prescindere dall’età dei soci.

Risparmi esigui. Tali modifiche appaiono da valutare positivamente, sia nell’ottica di una semplificazione del sistema, sia in merito ai risparmi costitutivi che ora, vengono concessi prescindendo dall’età dei soci che partecipano alla «srl minore».

Tali risparmi, tuttavia, appaiono, ancora troppo esigui soprattutto perché limitati alla fase costitutiva della società. Sarebbe quindi opportuno, da un lato che i «tagli» venissero estesi ad ulteriori oneri amministrativi ricorrenti almeno nel primo triennio (es. tassa sui libri sociali, oneri per la presentazione del bilancio, diritti camerali) e, soprattutto (come peraltro avviene in alcuni stati esteri: Inghilterra e Spagna in primis) che venisse prevista una riduzione della imposizione fiscale «pro tempore» sulle imprese di nuova costituzione.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa